Dieci anni con l'euro

nel portafoglio

c6a93d6153_4600383.jpgHa appena dieci anni, e già non se la passa troppo bene. Ma intanto lui, l'euro, ci ha cambiato la vita. Soprattutto in questi giorni, dieci anni fa, ce l'aveva cambiata davvero: tutti alle prese con calcolatrici, portamonete e quella cifra, 1.936,27, stampata in testa. Era lo switch-off della lira, per dirla alla digitale terrestre


Il gioco d'azzardo

fa boom: +21%

In Trentino Alto Adige il gioco d'azzardo non conosce crisi e cresce l'allarme per un fenomeno che sta mettendo a rischio centinaia di famiglie. Nell'ultimo anno le giocate sono cresciute del 21% e il denaro bruciato nelle scommesse ha superato il miliardo di euro tra lotto, superenalotto, video poker, totocalcio e moltissimi altri giochi. Dal vizio alla dipendenza il passo è breve e in Trentino sono in aumento i casi di persone che non riescono a smettere di giocare. Secondo i dati diffusi dalla Provincia sono almeno sessanta i «drogati» in cura per dipendenza dal gioco


Trento, nel 2012 invariata

tariffa rifiuti domestici 

Rimane invariata per il 2012 la tariffa rifiuti per le utenze domestiche a Trento. Lo ha deciso la Giunta comunale nell'ultima seduta dell'anno. Tra le ultime delibere approvate dalla Giunta comunale in materia di tariffe c'è stata oggi anche quella per i nidi d'infanzia. Il passaggio al sistema Icef, secondo quanto ribadisce l'amministrazione, garantirà un equilibrio maggiore e comporterà non aumenti generalizzati, ma un adeguamento che tiene conto dell'effettiva situazione socio-economica e patrimoniale della famiglia


«Campagna elettorale 

per 2013 non parta ora» 

Lo ha detto il presidente del Consiglio provinciale, Bruno Dorigatti, nell'incontro di fine anno con i giornalisti. Ha poi precisato che «è tempo di affrontare il rapporto fra legislativo ed esecutivo, per saldare il distacco tra politica e società» e che in in Consiglio non c'è nessuno che «scalda le sedie»


Gioco, la Provincia: 

lo contrasteremo

SLOT_MACHI_6035836.jpgLe giocate in Trentino Alto Adige da gennaio ad ottobre 2011 sono state pari a 1.077 milioni di euro (1 miliardo e 77 milioni). Anche per la regione si è registrato un aumento degli importi giocati sia nel corso dell'anno, sia rispetto allo scorso anno. Si stima che circa il 42% della popolazione tra 15 e 64 anni abbia giocato puntando soldi. Il gioco è più diffuso tra gli uomini (52%) rispetto alle donne (33%), inoltre l’11% degli uomini e il 6% delle donne riferisce di avere l’impulso a giocare somme di denaro sempre più consistenti, mentre l’11% degli uomini e il 4% delle donne cerca di tenere nascosta l’entità del proprio coinvolgimento nel gioco. La Provincia lo contrasterà


Tariffe: raffica di aumenti

Rincari per bus e cimiteri

Bollette e tariffe più pesanti in arrivo per i cittadini di molti comuni del Trentino. A Trento, i rincari colpiranno il trasporto pubblico (si prevede un più 10% per gli abbonamenti all'autobus), i servizi cimiteriali, le palestre e le piscine. Aumenti contenuti sotto il tasso di inflazione programmata per la tariffa di smaltimento dei rifiuti. Anche le entrate dalle rette degli asili nido dovrebbero aumentare di un 3%. In Provincia, intanto, il governatore Dellai accelera sulla riorganizzazione dei Dipartimenti per snellire la macchina amministrativa


Regione, 300mila euro

per interventi umanitari

DELLAI_DUR_4029482.jpgSu proposta invece di Dellai, l'esecutivo ha disposto la modifica del regolamento relativo alle somme a disposizione di presidente, vicepresidente e assessori regionali a titolo di spese di rappresentanza. Una somma il cui ammontare massimo è stato confermato in 90.000 euro e che comprende molteplici possibilità di spesa: dalle spese per inviti, partecipazioni, biglietti augurali, necrologi fino a doni in occasione di visite ufficiali, spese minute derivanti da doveri di ospitalità (e comprendenti l'acquisto a favore di terzi ospitati di caffé, thé, bibite, liquori, vino, eccetera) e offerta di premi di rappresentanza ad organizzatori di manifestazioni culturali ludiche e sportive


Contro le Comunità,

40 firme all'ora

Sono state oltre 400 le firme raccolte ieri a Trento e Rovereto nella prima giornata di campagna referendaria per l'abolizione delle Comunità di valle. Lo rende noto la Lega Nord del Trentino che giudica il risultato estremamente incoraggiante. «Se si continua con questo ritmo anche nei prossimi giorni, i Trentini potranno esprimersi nelle urne circa il futuro delle Comunità ben prima della scadenza del 30 aprile»


Sciare in sicurezza,

Dellai a San Martino

Sulle piste di San Martino di Castrozza oggi il presidente Lorenzo Dellai, accompagnato dal dirigente del dipartimento Risorse forestali e montane Romano Masè, e da 10 forestali "snow friend" ha voluto evidenziare il lavoro svolto dal Servizio Piste della Provincia. È stata l'occasione per parlare anche della completata ristrutturazione di Malga Valcigolera


Lenticchie, 10 milioni

di chili a Capodanno

Oltre il 90% dei circa 10 milioni di chili di lenticchie che saranno consumate per Capodanno sono straniere. È quanto emerge da un'analisi della Coldiretti in occasione delle feste di fine anno, secondo cui in Italia sono state prodotte 1,56 milioni di chili su 1.948 ettari di terreno. L'Italia ha importato in un anno oltre 32 milioni di chili di lenticchie secche che provengono, spesso all'insaputa dei consumatori, principalmente da Canada, Stati Uniti, Cina e Turchia