Mafia, economia

trentina a rischio

17 Gennaio 2013

soldi euro contantiLa nostra provincia è una delle 20 aree in Italia in cui la presenza della mafia è pressocché nulla. Ma nemmeno il Trentino è, però, immune dal rischio infiltrazione della criminalità organizzata, in particolare in alcuni settori dell'economia in difficoltà di liquidità, come l'edilizia indebolita dalla crisi, o come il commercio, obiettivo tradizionale delle organizzazioni per il fatto di essere a bassa intensità di tecnologia e ad alta di lavoro. È uno dei risultati che emergono dallo studio «Gli investimenti delle mafie» realizzato su indicazione del ministero dell'Interno da Transcrime

 

Il rapporto "Investimenti delle mafie"


Acciaieria Borgo:

può valere 20 milioni

17 Gennaio 2013

Entra nella fase finale la partita per il concordato preventivo e per la cessione dell'Acciaieria Valsugana spa in liquidazione, da parte della società siderurgica bresciana Leali spa, anch'essa in liquidazione. In questi giorni la multinazionale fondata dall'americano Jack Klesch con base a Ginevra sta confrontandosi con le banche per poi presentare, probabilmente la settimana prossima, un'offerta vincolante


Crisi: perfino le coop

tagliano occupati

17 Gennaio 2013

coopNel 2012, cento posti di lavoro in meno. Un piccolo, quasi impercettibile -0,6%, «ma sono cento persone, cento nomi e cognomi», sottolinea Michele Odorizzi, giustamente ricordando a chi vive e comunica statistica che dietro le cifre - anche quelle piccole - ci sono esseri umani. Se anche la cooperazione, che negli anni scorsi è stata virtuosamente in controtendenza rispetto al resto dell'economia «capitalistica», nel 2012 ha dovuto tagliare o non rinnovare contratti di lavoro, vuol dire proprio che la crisi morde implacabilmente nel tessuto delle imprese


I prezzi più caldi

da quando c'è l'euro

16 Gennaio 2013

spesa

La spesa, per i consumatori trentini, non è mai stata così cara, dall'introduzione dell'euro, come nel 2012. L'inflazione, infatti, nel corso dell'anno appena chiuso, ha messo a segno un progresso del 3,4%. A fornire carburante al focolare del carovita sono state principalmente due voci di spesa, tra le più importanti del paniere: la benzina e le bollette. Queste ultime, insieme al capitolo casa, sono aumentate del 7,1%. Il dato dell'inflazione poteva essere anche peggiore senza la frenata di dicembre. Sindacati in allarme per l'erosione del potere d'acquisto di lavoratori e pensionati.


Catullo -5,5%: 3,2 milioni

Brescia sale a 9.693 voli

16 Gennaio 2013

catullo aereoGli uffici della Catullo spa - che ha già avviato la causa per danni contro il governo Monti - stanno mettendo a punto anche la richiesta di nomina di un commissario per Brescia/Montichiari: la ferita aperta della «concessione-che-non-arriva-mai» spiega buona parte della dozzina di milioni di euro che dovrebbero arrossare anche il bilancio 2012, dopo che l'esercizio 2011 ha «sanguinato» per 26 milioni. Intanto, sono stati diffusi i dati del traffico che - dopo la rescissione del contratto Ryanair - flette del 5,5%, in linea con il calo dei passeggeri negli aeroporti europei


San Martino di Castrozza,

crollano i prezzi degli hotel

12 Gennaio 2013

f3323ce0a8_6551183.jpg

Dicembre e gennaio molto atipici dal punto di vista meteorologico, con temperature decisamente sopra la media del periodo, fenomeno che ha probabilmente influito sull'abbassamento dei prezzi nelle mete sciistiche di quasi il 60% nell'ultimo mese. Questo è quanto emerge da un'analisi fatta dall'Osservatorio di trivago.it. Negli ultimi 12 mesi gli alberghi delle maggiori destinazioni sciistiche hanno registrato una diminuzione del prezzo medio fino al 52% come, ad esempio, a San Martino di Castrozza, dove il costo per camera doppia è passato in un anno da 247 euro a 119


Gara Autobrennero,

rassegnati alla battaglia

11 Gennaio 2013

a22

Ormai allenata ai ricorsi alla magistratura amministrativa romana, l' Autobrennero spa quasi certamente (ma lo dovrà decidere il cda convocato il 25 gennaio) farà ricorso in appello al Consiglio di Stato , contro la sentenza del Tar Lazio depositata il 9 gennaio (e anticipata dall' Adige di ieri) che respinge il ricorso della società autostradale a maggioranza regionale, contro il bando di gara per il rinnovo cinquantennale della concessione dell' A22 dal 1° maggio 2014. Ma mentre non ripone le armi giudiziarie, l' Autobrennero prosegue nella preparazione della battaglia per vincere la gara, che a questo punto diventa l'esito assai probabile di una lunghissima vicenda economico-politica, e in cui deve affrontare quattro concorrenti agguerriti, se non ci saranno ritiri od esclusioni in pre-qualifica

A22, il dossier dell'Adige


Mario Monti,

record di consulenze

11 Gennaio 2013

montiMario Monti batte il record delle consulenze a Palazzo Chigi: 111 collaborazioni esterne per 2,3 milioni di euro. Lo scrive Milano Finanza. Berlusconi si era fermato a 108 (ma spendeva 200mila euro in più). Il dipartimento che ha speso di più è la Protezione Civile. La collaborazione più costosa? A Francesca Maffini, “Coordinatore dell’ufficio stampa del capo dipartimento”: 84.800 euro per un anno


Metà del cibo

prodotto, nel bidone

11 Gennaio 2013

pasta pastasciutta ciboMilioni di persone continuano a soffrire la fame ma ogni anno metà del cibo prodotto nel mondo finisce nella spazzatura. Un dato sconcertante, che emerge da un rapporto dell'Institution of Mechanical Engineers (IMechE), associazione degli ingegneri meccanici britannici, molto attenta al tema degli sprechi. Nello studio, dal titolo «Global Food: Waste Not, Want Not», si spiega, in particolare, che tra il 30 e il 50% dei quattro miliardi di tonnellate di alimenti prodotti non viene utilizzato, anche se in molti casi risulta essere ancora commestibile. Gli sprechi maggiori, spiegano gli esperti, vengono fatti in Europa e negli Stati Uniti, in cui in certi casi si supera perfino la soglia della metà del cibo buttato


Il Tar boccia e gela A22:

la gara si farà

10 Gennaio 2013

A22 autobrennero

Doccia fredda, anzi gelata, per l'A22: il Tar del Lazio ha respinto il ricorso presentato dalla società di via Berlino contro il bando di gara dell'Anas e dei ministeri di infrastrutture ed economia per l'assegnazione della nuova concessione. La terza sezione del Tar (la sentenza è stata depositata ieri) ha giudicato in parte infondate e in parte inammissibili le argomentazioni dell'Autostrada del Brennero. Per la concessione, dunque, si dovrà procedere con la gara europea e la battaglia per mantenere il controllo territoriale dell'A22 diventa durissima