Provincia: anziché tagliare Rossi nomina altri dirigenti

provincia patTra accorpamenti e l'istituzione di nuovi Servizi e incarichi speciali per i dirigenti «epurati», la nuova giunta, guidata da Ugo Rossi, ha messo mano all'apparato della Provincia, promuovendo anche sei direttori al ruolo di sostituto dirigente.
 La  Soprintendenza per i beni architettonici e archeologici  e la  Soprintendenza per i beni storico artistici, librari e archivistici  vengono accorpate da  primo giugno  in una  Soprintendenza unica  affidata alla guida di  Sandro Flaim . La dirigente  Laura Dalprà  viene invece spostata alla direzione del  Museo Castello del Buonconsiglio  al posto di  Franco Marzatico , per il quale è stato individuato un incarico speciale ad hoc all'interno del Dipartimento cultura, turismo, promozione e sport per «la valorizzazione del patrimonio culturale diffuso trentino».
 Il  Servizio supporto amministrativo e informatico  e il  Servizio per la semplificazione amministrativa  saranno accorpati all'interno di quest'ultimo, che resterà sotto la direzione dell'attuale dirigente  Cristiana Pretto . La collega rimasta senza posto,  Franca Dalvit , andrà a dirigere il  Servizio commercio e cooperazione , mentre l'attuale dirigente  Maurizia Zadra  sarà spostata al  Servizio emigrazione e solidarietà internazionale , compito che attualmente era svolto dal dirigente generale  Sergio Bettotti .
Viene soppresso dal  primo maggio  il  Servizio finanza, ricerca e sviluppo , che era diretto da  Michele Michelini . Per questo dirigente verrà istituito l'incarico dirigenziale « di sostegno allo sviluppo economico » per cinque anni, all'interno dello staff del Dipartimento per lo sviluppo economico.
Movimento si registra anche nell'ambito della tutela dell'ambiente, con alcuni cambiamenti. Il  Settore gestione ambientale  all'interno dell'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente  (Appa)  sparisce. Il dirigente  Giancarlo Anderle  assumerà la guida del  Servizio valutazione ambientale . Così come il  Servizio conservazione della natura e valorizzazione ambientale  viene rimpiazzato dal  Servizio per il sostegno occupazionale e valorizzazione ambientale . Alla guida resta sempre  Innocenzo Coppola , mentre vengono istituiti il  Servizio sviluppo sostenibile e aree protette  affidato al dirigente  Claudio Ferrari , per il quale dopo aver lasciato la direzione del Parco Adamello Brenta la Provincia aveva istituito un incarico dirigenziale « per la valorizzazione della rete delle aree protette» . All'interno dello stesso Dipartimento territorio, agricoltura, ambiente e foreste  è stato istituito anche il nuovo  Servizio sviluppo rurale  diretto da  Alberto Giacomoni . Per  Ilaria Viola  è stato istituito, invece, l'incarico «supporto in materia di territorio e foreste.
Sempre dal primo maggio  Luciano Martorano , da dirigente del  Servizio opere stradali e ferroviarie , passa a guidare l' Agenzia per le opere pubbliche provinciali  (Apop). Al suo posto viene incaricato dalla giunta un sostituto dirigente di fresca nomina  Mario Monaco  che rimane anche direttore dell'Ufficio strade 1. Dal primo giugno al  Servizio gestione strade  viene invece spostato  Silvio Zanetti , dirigente del  Servizio antincendi e protezione civile e comandante dei vigili del fuoco, che si scambia di posto con  Stefano De Vigili , che andrà lui ora ad occuparsi dei pompieri.
Le altre novità riguardano il  Servizio per il personale , al vertice del quale è stata promossa  Stella Giampietro , che prende il posto di  Luca Comper  diventato da inizio anno dirigente generale del Dipartimento. Al vertice dell' Agenzia per i pagamenti  invece viene posto il neodirigente  Pietro Molfetta , mentre Giacomoni, come detto, è stato messo a dirigere il nuovo Servizio sviluppo rurare.
Una nuova promozione ha riguardato  Ileana Olivo , nuova dirigente del  Servizio politiche sociali , così come  Andrea Maria Anselmo , che prende il posto di  Michele Bardino  al  Servizio politiche sanitarie e per la non autosufficienza . Per Bardino è stato istituito ad hoc l'incarico dirigenziale « per l'analisi e lo sviluppo delle politiche sanitarie , sempre all'interno del Dipartimento salute.
La sesta nuova dirigente è  Elsa Ferrari  alla quale viene affidata la responsabilità del Servizio bilancio e ragioneria. Ferrari era direttrice dell'Ufficio di supporto del Dipartimento affari finanziari. Prende il posto di  Sandra Cainelli  che passa a dirigere l' Apiae  (Agenzia per l'incentivazione delle attività economiche).  Leonardo Caronna  diventa invece dirigente dell' Apac  (Agenzia per gli appalti e i contratti).
Infine, riguardo agli incarichi dirigenziali speciali, oltre a quelli di cui già si è detto, la giunta ha soppresso l'incarico  Grandi eventi  che era affidato da  Marilena Defrancesco , che è anche dirigente del  Servizio minoranze linguistiche . All'interno del suo servizio continuerà a occuparsi anche di organizzazione di grandi evanti.  Michele Nulli , che è dirigente del  Servizio università e ricerca , dovrà lasciarlo dal primo maggio per lui ci sarà l'incarico speciale «per la gestione delle funzioni della direzione generale in ambito societario». Il Servizio università diventa  Servizio istruzione e formazione e università  e se ne occuperò la dirigente Laura Pedron. 

Twitter: @patrunoladige

71 commenti

@ Angelo. Secondo lei cosa cambierebbe, in meglio, se togliessero l'Autonomia? Avremmo un sana e onesta amministrazione italiana?

Ci vuole gente nuova, anche inesperta ma niente ladroni! non ce li possiamo più permettere e nemmeno più sopportarne la vista.

Riorganizzazione e tagli? mi vien da ridere! I dirigenti pubblici, sulla carta, da qualche annetto hanno un contratto che li assimila ai manager privati (anche per quanto riguarda lo stipendio!), quindi potrebbero non essere riconfermati ...

@ Angelo
Spiacente allora, ma come ti dicevo, ti conviene cercarti un buon psicologo, perché potresti avere seri problemi in quel senso!
P.S. Tanto per chiarire, sono da sempre un lavoratore autonomo, non ho mai ricevuto nè contributi nè agevolazioni da chicchessia e sono ben felice e orgoglioso di vivere in Trentino. A non piacermi invece, sono i malmostosi lagnoni e mai contenti come te, che sputano nel piatto dove mangiano!

non si comincia sempre con questi titoli il giornale,questa enfasi..ci sono gli operai stagionali del Progettone ,finito il sussidio di disoccupazione semestrale,senza reddito,paga e contributi..in attesa di una chiamata x mandare avanti la vita in una maniera dignitosa,e i problemi annessi e connessi tolgono il sonno..

Come sono stati scelti i direttori da valorizzare? Tra yes man e woman .... e i dirigenti che già da anni sono parcheggiati e pagati non andavano bene neppure quelli? Vergogna !!!

Vedo che qualche lettore difende ancora questo marcio spreco di denaro pubblico! Probabilmente ha mangiato pure lui dalla famosa magnadora. X caifa:sono Trentino e schifato da come vengono e venivano assegnati posti di lavoro e incarichi pubblici! Probabilmente ne fai parte pure tu!

Tanti generali per un piccolo esercito.
Siamo solo 500 mila abitanti e tutti questi impiegati pubblici servono solo a mantenere sé stessi ed i politici che li nominano.
Se domani mattina sparissero la vita in queste valli continuerebbe, indifferente alla loro scomparsa.

Noto che molta gente qui non ha capito un fico secco e dubito anche che lo possa capire in futuro. Prendere decine di dirigenti, più o meno bravi, siano essi indispensabili o inutili e toglierli di mezzo non è cosa così facile, come invece sembrerebbe a certi saputoni di commentatori. Per dirla in dialetto trentino, "no l'è come calcar su de'n botòn"! Si dà il caso che per farlo, ci vogliano prima degli accorgimenti o preliminari che possano poi portare a incidere con veri cambiamenti.

.. C'è poi, che a quelli vecchi non potranno essere applicate le nuove regole e andranno con quelle vecchie verso la pensione, mentre a quelli nuovi sì. E se si vuol cambiare, bisognerà pur incominciare da qualche parte, non credete?
P.S. Non ascoltate mai quando parlano di queste cose, in tv o sui giornali?

Noto che molta gente qui non ha capito un fico secco e dubito anche che lo possa capire in futuro. Prendere decine di dirigenti, più o meno bravi, siano essi indispensabili o inutili e toglierli di mezzo non è cosa così facile, come invece sembrerebbe a certi saputoni di commentatori. Per dirla in dialetto trentino, "no l'è come calcar su de'n botòn"! Si dà il caso che per farlo, ci vogliano prima degli accorgimenti o preliminari che possano poi portare a incidere con veri cambiamenti.

Si chiede al giornale di rendere pubblici come questi dirigenti sono lì . Soprattutto quelli senza concorso e quelli che ci sono e sono senza incarico . L'inchiesta sarebbe espiare

Seguendo questi blog, è possibile constatare un fatto: ogni discussione che trattasse di autonomia, Schützen o Valdastico inizia sempre con una salva di commenti negativi, capitanati dall'immancabile "trentino purosangue" Francesco di Riva. Sempre accade però, che anche i più feroci oppositori dell'autonomia vengano via via "demoliti" e alla fine costretti ad abbandonare per mancanza di argomenti sostenibili. L'ignoranza non mente mai!

@ Angelo
Ma perché non la smetti di continuare a dire "via l'autonomia", non faresti prima ad andartene tu da questa terra che odi tanto? Ah, dimenticavo, portati dietro magari anche Francesco di Riva!
Buona fortuna!

Angelo dice: "Via l'autonomia"?
Io gli direi invece che non è cosa che lo riguarda e quindi di farsi gli affaracci suoi, visto che non è trentino. E se per caso invece lo fosse, dimostrerebbe seri problemi psichici, per cui avrebbe urgente bisogno di ricovero!

Via l'Autonomia!

Aggiungi un posto a tavola.. C'è un amico in più..

Pensate che i trentini non vedano quello che fate? La vostra imbarazzante proposta sui vitalizi, queste nuove lievitazioni di posticini strapagati per la dirigenza? Il mondo sta cambiando velocemente...fatevene una ragione!

Via l'autonomia!!! Privilegio solo per pochi vergognosi

Carollo ha rimediato una figuraccia alle elezioni. Non so se per colpa del suo Doubledecker o del programma elettorale.
Carollo, stando al web, sei famoso e cercato in tutto il mondo: vuoi fare come Berlusconi e continuare a rimanere in Italia? Almeno - un consiglio visto la débâcle elettorale, fai come Dell'Utri o Gaucci!

Attento , non è stato votato dal 60% dei trentini, bensì dal 60% dei trentini che sono andati a votare , cosa molto molto diversa . Forse dimentichi l'astensionismo record delle elezioni dello scorso autunno.

"Se fossi stato eletto Presidente della Provincia cose come questa sarebbero già solo un brutto ricordo del passato."
Certo che no. Perché non riprovi, sarai più fortunato.
Ma per favore!

M5S FOR EVER E PER SEMPRE ALLE VOTAZIONI..

nel resto d'Italia??? Ma fammi ridere!!Vacci nel resto d'Italia,avessi detto d'Europa...

Come volevasi dimostrare....se non si cambiano le persone le cose non possono cambiare. Per FARE pulizia un'alternativa c'era ed i Trentini hanno preferito restare nel solco del "socialismo reale" . Alle Europee continueranno su questa strada o si decideranno a FARE una svolta in direzione più liberale? Vedremo i voti che andranno a SCELTA EUROPEA, una VERA alternativa al cambiamento.

Dallo scandalo dei vitalizi alla nomina di nuovi dirigenti. COMPLIMENTI!Non credo d'essere mai stato un estremista ma credo proprio che ormai l'unica speranza di cambiare qualcosa sia di cacciarli tutti a calci nel sedere non prima d'aver fatto una seria indagine patrimoniale sui beni di tutti i passati ed attuali consiglieri, dirigenti ecc., togliendo loro tutto ciò che non è congruo con gli effettivi obbiettivi raggiunti!

Eppure è stato votato dal 60% dei trentini... E se uno da un'occhiata ai vecchi articolo (funzione "cerca" de L'Adige) vede gente che invocava Dorigatti alla Presidenza e lodava la vittoria di Rossi a manca ed a dritta assicurando che avremmo avuto un Trentino nuovo... Dove sono andati tutti quei soggetti che sputavano sul M5S? Perché non parlano?

Vergogna, in questi giorni Rossi e compagni stanno dando il meglio e siamo solo all'inizio della legislatura! Complimenti a tutti i cittadini che l'hanno votato!

Per Bruna: non andare a votare è come dare il voto a chi vince e loro lo sanno. Diversamente hai la possibilità di mandarli a casa come si è verificato a febbraio 2013 a livello nazionale. Non così purtroppo a ottobre 2013 dove i trentini hanno continuato a votare i soliti partiti coi risultati attuali, vedi vitalizi per poi lamentarsi. Troppo facile.

Vergogna infinita. E l'ex difensore civico che ora siede accanto a chi condannava pochi mesi fa, parla bene e razzola male tanto per far piacere al PD e al PATT. Si tratta del più becero clientelismo ormai sterile e che danneggia gravemente i trentini e l'autonomia. Nella speranza che il M5S non molli la presa e che siano sempre di più e i partiti sempre meno.

@ Mirco di Rovereto.
Caro mio.. il Dirigente spostato alla sanità non era nelle grazie di Rossi e di un altra Signora Dirigente Generale molto vicina a lui... :)

Sembrava impossibile superare i record precedenti nella creazione di poltrone dirigenziali agli amici fedeli! Tra poco si vota ragazzi!

Basta che lo stipendio e i benefits siano quelli di un dipendente, se poi li vogliono chiamare dirigenti, nessun problema! Cominciare a mettere un tetto agli stipendi di tutti, dirigenti compresi, sia PAT che società partecipate! Forse pagheremo meno anche le bollette se i dirigenti di Trenta e Dolomiti Energia avessero degli stipendi più bassi! Alla fine paghiamo sempre noi!

@Ago Carollo
Frase detta da tutti i politici ma solo prima di aver messo il fondoschiena sulla agognata poltrona.
Dopo, tutt'altra musica.

Congratulazioni a chi ha votato Rossi! Degno sostituto di Dellai.....complimenti continuate così, sosteniamo sperperi, mentre la gente rimane senza lavoro, lui pensa a sfornare dirigenti e vuol pure farci credere che lo sta facendo per risparmiare! E' proprio vero che non c'è mai fine al fondo. VERGOGNA

Adesso hanno proprio rotto,non li votero' piu'.

i volponi perdono il pelo, ma non il vizio...! Ma non hanno ancora capito che di questo passo, nessuno andrà più a votare?

Vai Rossi!!!Sei come tutti gli altri.Vergognati

Bravo Ugo!
Fagli vedere che qui i soldi li moltiplichiamo con la sola imposizione delle mani!
Altri dirigenti!
Servirebbero altri assessori!
Altri consiglieri di comunità di Valle (utilissime peraltro!)
E qualche indennità in più!

Bravo Ugo!!
Faghe veder!!!

Se i trentini continuano a votarli perché i politici dovrebbero cambiare? Voglio vedere se il 25 maggio ci sarà un cambio di tendenza oppure basta solo lamentarsi. (vedi vitalizi)

E presto ora di votare vediamo se noi Trentini abbiamo le P...E

Ancora meglio di Dellai! Non sembrava possibile.

Chi si ricorda di Alcide Degasperi: in piazza Venezia è rivolto verso Roma come voler scappare mentre il Sommo Poeta è rivolto al Brennero in mezzo ci stanno i Trentini fregati da chi si è impossessato della cadrega e dei "profitti autonomistici" scippati al povero Alcide.

Se fossi stato eletto Presidente della Provincia cose come questa sarebbero già solo un brutto ricordo del passato.

un motivo in più per mandare Rossi a ncasa

spending review = a spendi di piu

questa è capace a fare la nostra politica trentina e i dirigenti nuovi sono dei servitori del sig. rossi vergognatevi, vergognatevi

La PAT é diventata un club molto chiuso, molto autoreferenziale. Chi é dentro ha posto garantito, promozioni e tutela assoluta da parte del sindacato. Chi é fuori, e ci sono giovani validissimi che potrebbero dare un loro apporto nuovo e di livello, se ne vadano ai call center se ce la fanno, Eccchissenefrega.Una bolla impenetrabile e luccicante. Ogni politico grtifica chi gli pare e Piazza Dante gira su se stessa.

quanti ad hoc....li dobbiamo tenere in qualche buco fino alla pensione....non c'e limite alla strafottenza della nostra casta ..sempre minestra riscaldata ed a caro prezzo... 250000 euro in piu'...ma cara casta ci credete cosi fessi???????

......tanto paga Pantalone.......

Dopo i vitalizi il valzer delle poltrone. Ma cosa deve succedere affinchè i Trentini aprano gli occhi e mandino a casa una classe dirigente che mentre chiede sacifici ai ceti spciali più deboli ed ai lavoraori premia dirigenti e aiuta i poteri forti amici degli amici.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF
SEIBAR 51 :

Ricetta per la cattura dei conigli: carotine mignon della Val di Gresta,orzo perlato,granoturco...

01-11-2014 12:48
fantozzi rag. ugo :

mentre gli insegnanti ce li dobbiamo caricare da ogni angolo d'italia... e bravo il Partito...

01-11-2014 12:46
Buana :

LA cultura delle zucche vuote! Ah...ma nessuno protesta degli sperchi per organizzare queste...

01-11-2014 12:43
k :

con due biglietti si pagano la navetta!

01-11-2014 12:41
io :

non capisco che male ci sia..io sarei felice che dei conigli scorazzino sulla mia tomba, e...

01-11-2014 12:41