Renzi, da Campiglio  parte la scalata al Pd

renziCAMPIGLIO - Superare la malattia della distinzione tra berlusconismo e anti-berlusconismo, dare il coraggio ai politici della sua generazione di farsi avanti («Non ho mai visto i dinosauri estinguersi da soli»). Il sindaco di Firenze Matteo Renzi dal Trentino lancia il proprio programma per rottamare la vecchia Italia («Che ha messo il futuro nella discarica e scaricato sulle nuove generazioni i problemi da risolvere») e punta a far vincere al centrosinistra le prossime elezioni. «Voglio un partito che non vince solo le primarie ma che sappia anche andare al governo».

 

L'annuncio di Renzi su come vuole modificare il Paese è arrivato da Madonna di Campiglio con un avvio a sorpresa della manifestazione, partita infatti con l'ingresso del giornalista Antonello Piroso con un passamontagna arancione, in segno di solidarietà alle ragazze del gruppo musicale Pussy Riot,  condannate a due anni di carcere dal Cremlino. È stato questo il prologo dell'incontro con Renzi, all'interno della manifestazione «Campiglio 3x3», in corso a Madonna di Campiglio. «Nonostante le proteste della Comunità internazionale tre ragazzine sono state mandate in carcere per una canzone», ha spiegato Piroso.

 

A un inizio scoppiettante è seguita una intervista altrettanto brillante che non ha deluso i 600 accorsi al Palacampiglio per ascoltare l'astro nascente del Pd. Che dal Trentino ha lanciato di fatto la sua campagna in vista delle primarie nazionali. Molte le risposte dirette che sono arrivate da Renzi. Partendo proprio da cosa accadrà se il sindaco di Firenze sarà sconfitto da Bersani («L'usato sicuro», lo ha definito Renzi): «Io credo alla coerenza di chi fa politica. Mi piacerebbe che nel mio partito ci fossero non solo quelli che vincono le primarie ma anche le elezioni. Negli ultimi anni abbiamo partecipato un po' troppo e vinto poco. Il centrosinistra ha iniziato una pericolosa discussione, tipo terapia di gruppo, però la differenza con il centrodestra è che noi abbiamo una grande generosità. Berlusconi ha detto di ricandidarsi e Alfano ha detto che lo supporterebbe. Non è così che si fa. Bisogna fare una battaglia politica. Se gli italiani vorranno scegliere Bersani in nome della strada "usato sicuro" io avrò profondo rispetto e se perdo le primarie non fondo il mio partito perché le regole delle primarie impongono che chi le perde resta in squadra con chi le ha vinte. Fare il sindaco è l'esperienza più bella del mondo ma ha un tempo, altrimenti si impazzisce. Per farlo bene a un certo punto devi smettere».

 

Lo stesso vale anche per la politica nazionale. «Se perdo rimango nel Pd. Ma se vinco, si cambia totalmente». Renzi ha quindi fatto i nomi di chi se ne andrà: da D'Alema a Bindi a Fioroni a tutti quelli che, come loro, hanno fatto almeno 15 anni da parlamentare: «Basta con i politici highlander: è inaccettabile l'idea per cui non si può fare a meno di una persona in politica». Renzi ha toccato anche i temi del sistema giudiziario («La domanda è: funziona in Italia la giustizia? Il nostro spread non è solo finanziario, lo spread con i tedeschi è che ci vuole 4 volte il tempo che ci si impiega in Germania per avere una sentenza») e dell'attrazione degli investimenti esteri: «Quando una multinazionale viene da me, sindaco, e mi dice che non vuole investire nel mio territorio per colpa di un sistema di giustizia non efficiente e di una burocrazia che strangola, io vedo in quel momento evaporare un investimento di 30/35 milioni di euro per la mia città».

 

Il sindaco di Firenze ha spiegato pure che il movimento dei rottamatori non è contro gli anziani ma contro la vecchia classe dirigente. «Il ricambio generazionale è un ricambio in nome del buon senso. Noi non siamo contro gli anziani, quelli che si sono fatti "un mazzo" nella propria vita, in termini di valori culturali e hanno un po' di quattrini in banca per i propri figli. Sono le persone che hanno creato il miglior risparmio privato d'Occidente. Il problema è che i capelli bianchi che stanno in Parlamento hanno creato il debito pubblico più alto. Hanno considerato il futuro come una gigantesca discarica, mettendo nei guai la nuova generazione. Hanno rottamato persino Ridge di Beautiful, come facciamo noi a non riuscire a farlo?».

 

Tra i punti centrali per «ridare fiducia e sogni all'Italia» c'è la riforma del sistema di voto: «Io voglio cambiare la legge elettorale attuale, che è la più brutta che potessero fare - ha detto Renzi - Punto a una legge elettorale in cui si capisce chi ha vinto e chi ha perso, in cui si rimette al centro il rapporto tra chi va in parlamento e l'elettore che deve sapere chi è che vota, in cui si torna a dare dignità al parlamentare come ai tempi di De Gasperi e Berlinguer, a considerarli onorevoli nel vero senso della parola, cosa che è difficile fare oggi con la masnada di avventurieri che sono in parlamento a schiacciare tasti». Certo, Renzi rischia però di essere sempre «contro»: «Io però non porto avanti l'anti-politica, ma la volontà di ridare dignità alla politica, che è un valore: noi vinceremo la sfida del futuro per l'italia quando voi penserete che la politica è pensare ai figli degli altri restituendo così a tutti un briciolo di speranza».

17 commenti

Nella nuova legge elettorale si dovrebbe pure inserire la clausola che impedisca ad ogni candidato di cambiare schieramento politico in corsa. Non si accettano gli sbandieratori che si rifugiano continuamente in qualsiasi partitello, pur di non perdere i privilegi. Chi cambia, deve uscire ed aspettare le prossime tornate elettorali.

Evviva, arriva Renzi l'ennesimo salvatore dell'Italia. Negli ultimi mesi sorgono come funghi, ma bisogni conoscerli altrimenti ci si può avvelenare. Ognuno seglie una strada diversa: chi si nasconde dietro le civiche; chi fonda nuovi partiti(dellai che fine hanno fato le a.p.i.);chi fugge dal partito originale e si professa pioniere di un altro. Penso che la gente intelligente non voterà!!

Innanzitutto ci serve ed occorre la nuova legge elettorale, poi a bocce ferme vedremo i vari candidati papabili. Sicuramente non voterò i grillini e sono dell'opinione di Renzi che si debba rottamare tutta l'attuale classe politica e farla restare in carica solo per due mandati, onde evitare incancrenimenti sugli scranni.

Dellai sta a Degasperi come Renzi sta a La Pira.
Tradotto: non c'è storia per nessuno dei due furbacchiotti di provincia...

difficile farla a Pacher, pochi o nessuno ci è riuscito nel passato. provate e vedremo

a parte la menata, tutta da verificare, che il nuovo sarebbe sempre meglio del vecchio, ti faccio presente che oggi, la comunita' degli utra sessantenni e' piu' numerosa dei 0-25enni. Ha piu potere e piu denaro. Ma, doprattutto, non ha nessuna intenzione di farsi rottamare da pivelli del tuo calibro.
C.S. Luca

ho capito per chi votare :)

Degasperi così si firmava Alcide non De Gasperi .

.... altra alternativa non votare .

per cambiare veramente ci vuole una rivoluzione reale.....

Mah, Bersani è il vecchio, il vecchio è da buttare, rottamiamo tutto, mi sa un po' semplicistica la cosa. Che poi veramente si sa cosa è il nuovo (quello che Renzi pensa sia il nuovo e secondo lui) non è assolutamente detto che il nuovo sia meglio del vecchio, Berlusconi e compari sono un esempio oramai storicizzato....

L'associazione che è nata a sostegno di Matteo Renzi al BIG BANG di Firenze stazione Leopolda nel Trentino si chiama COMUNITA'DOMANI del Trentino la sua e-mail comunita.domani@virgilio.it.

Contattateci

L'associazione che è nata a sostegno di Matteo Renzi al BIG BANG di Firenze stazione Leopolda nel Trentino si chiama COMUNITA'DOMANI del Trentino la sua e-mail comunita.domani@virgilio.it.

Contattateci

Ma dove l'han preso quello lì? Penso sia il solito chiacchierone e finirà col pettinar le bambole.

Renzi è accattivante, combatte una battaglia che alla fine attira pure chi non è del PD...
Ma quanti hanno parlato di "rinnovamento" in questi ultimi anni?
Forse la "rottamazione" è qualcosa di diverso?

Grande Renzi sei l'unica alternativa credibile alla vecchia politica.

si può avere in simpatia o meno il personaggio Renzi ma ciò che dice è verità...

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

amarillo :

I nonni lo facevano gratis!

20-08-2014 19:31
Mario D'Alterio :

Dentone stai sereno!
Nessuna dichiarazione inciucista da parte mia, ma ho solo comunicato...

20-08-2014 19:31
'merican :

Che la scielta di ri-introdurre l'orso sull'arco alpino sia stata buona o no, e' acqua sotto i...

20-08-2014 19:26
gerson :

che abbiano promesso di portarli a milano in via montenapoleone x fare shopping ?

20-08-2014 19:25
Don Koyer :

Non solo l'orso è pericoloso anche le vipere, le vespe, le zecche e tanti altri. Per il turismo...

20-08-2014 19:23