I vigili trentini sconfinano in Veneto

VALSUGANA - Dal prossimo 20 agosto la Polizia Locale della Comunità Valsugana e Tesino farà servizio anche in Veneto. Con il corpo guidato dal comandante  Emanuele Ruaro  che per i prossimi due anni, in via sperimentale, sarà presente anche nei tre comuni di Cismon del Grappa, San Nazario e Valstagna. Ci sono voluti alcuni mesi per mettere nero su bianco la convenzione, pronta per essere discussa dall'assemblea di palazzo Ceschi convocata per la prossima settimana. E altrettanto faranno prima di ferragosto anche i tre comuni veneti. «In passato abbiamo cercato di portare a casa un accordo con la polizia locale di Bassano - ricorda  Luca Ferazzoli , sindaco di Cismon del Grappa e presidente della Comunità Montana del Brenta - allo scopo di riuscire a presidiare meglio il nostro territorio e ora, anche grazie agli ottimi rapporti con gli amministratori della Valsugana, abbiamo deciso di fare questo passo tra due zone periferiche del Trentino e del Veneto unite dalla stessa valle».
Gli agenti della Polizia Locale garantiranno per due anni 3.200 ore di servizio sul territorio e opereranno in stretta collaborazione con i due vigili e l'addetto amministrativo da tempo alla dipendenze dell'Unione dei Comuni del Medio Canal di Brenta. «Credo sia un momento importante per la nostra Comunità - sottolinea il vicepresidente  Carlo Ganarin  e assessore competente - che ci permette di mettere a disposizione di alcuni comuni veneti il nostro personale con tutte le competenze e le professionalità maturate negli anni». Per i due anni di attività in Veneto alla Comunità Valsugana e Tesino saranno erogati complessivamente 180 mila euro con il corpo che provvederà all'assunzione di un agente che si dedicherà al presidio dei tre comuni veneti. Oltre al servizio di polizia locale, urbana e rurale gran parte della giornata sarà dedicata al controllo sulle strade provinciali e comunali della zona per garantire la tutela e la sicurezza dei cittadini di Cismon del Grappa, San Nazario e Valstagna.
La nuova convenzione sarà approvata nelle prossime settimane dai tre comuni e dalla Comunità Valsugana e Tesino che la sottoscriverà assieme al presidente dell'Unione dei Comuni del Medio Canal di Brenta  Angelo Moro . Subito dopo toccherà  anche al regolamento speciale e per le armi del corpo di polizia locale, dopo il via libera all'estensione del servizio in Veneto anche da parte del Commissariato del Governo della Provincia di Trento.
Gli obiettivi e le priorità dell'accordo saranno stabilite dalla conferenza di servizio composta dai tre sindaci dei comuni interessati (Luca Ferazzoli, Gianni Ceccon e Angelo Moro, da  Sandro Dandrea , dal presidente del collegio dei sindaci della Comunità Valsugana e Tesino  Ruggero Felicetti  e dal comandante della polizia locale Emanuele Ruaro.

Per la cronaca questa sera in comunità di Valle le minoranze sul questo punto hanno abbandonato l'aula in segno di protesta. Avevano chiesto 5 minuti di sospensione per un confronto fra capigruppo. Richiesta non concessa dal presidente Dandrea.....

Per la cronaca questa sera in comunità di Valle le minoranze sul questo punto hanno abbandonato l'aula in segno di protesta. Avevano chiesto 5 minuti di sospensione per un confronto fra capigruppo. Richiesta non concessa dal presidente Dandrea.....

facendo due conti i tre comuni veneti garantiscono un bacino di utenza di circa 4.700 abitanti. Per due anni il costo sarà di 180.000 euro più l'introito delle multe. Comuni valsuganotti non esitate uscite dal consorzio e fate un accordo come questo, sicuramente potete risparmiare

non riesco a capire cossa possa portare questo accordo se non allargare in modo esagerato il territorio da controllare.
Forse anche i comuni della Valsugana dovrebbero togliersi dal consorzio e fare degli accordi ad hoc come questo, probabilmente avrebbero un servizio migliore.

50 km di strada?! ma ndo vivitupo'?

forse non si son accorti che son quasi 50 km di strada...e altrettanti al ritorno... poi la sicurezza la fanno a colpi di ticket? non riescono a garantirla neppure qui!

si comincia l'integrazione veneto-trentina senza la mediazione dei politici ma solo le popolazioni.Ok!

Che stà succedendo! Se i vigili urbani sono in sovranumero perchè non sanno cosa fare e vanno in veneto forse si sono sbagliate le assunzioni o manca il servizio in valsugana.

Mi sembra un' ottima cosa. Complimenti anche al Comandante che è riuscito a promuovere l'unione del servizio di Polizia Locale, cosa che di solito non viene mai vista si buon occhio.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

rf :

Giusta l'idea del Pres. della Cassa Rurale Dott.Fraccalossi da portare avanti. Diffidiamo da chi...

17-04-2014 19:38
rf :

Povero Calcio Trento.
Cosa ne pensa il Dott. Grigolli.E l'Ing.Porta o l'Ing.Del Favero (...

17-04-2014 19:29
Francesco - Riva del Garda :

Ma dai ridicoli! Si... Me le vedo proprio le folle oceaniche in piazza a Trento a chiedere l'...

17-04-2014 18:53
Moch :

1.Non era un edificio storico, ma un complesso di edifici edificato dei primi anni dei 2000; l'...

17-04-2014 18:39
gina :

grande bEPI FIGHISSIMO BEPII BEPIII BEPI..........
II

17-04-2014 18:27
 

 

 

 

 

Seleziona la provincia
Seleziona la tipologia