Politici omofobi, i cittadini no

Rispetto ai diritti delle persone e delle coppie omosessuali e alla loro tutela dalle discriminazioni gli italiani sono più avanti della classe politica: era già nella percezione comune ma ieri l'Istat lo ha «certificato» con una indagine statistica, la prima di questo genere in Italia, che è stata presentata a Montecitorio, in occasione della Giornata internazionale contro l'omofobia e la transfobia.

 

I dati - basati su un'indagine condotta a fine 2011 su un campione di 7.725 famiglie - rivelano dunque che la maggioranza degli italiani è d'accordo sul fatto che una coppia di persone omosessuali che convive possa avere per legge gli stessi diritti di una coppia sposata, e ben il 43,9% ritiene giusto che una coppia omosessuale possa sposarsi. Maggiore è invece la contrarietà nei confronti dell'adozione dei figli: solo il 20% si dice d'accordo. Le risposte rivelano qualche contraddizione. Se infatti la maggioranza degli italiani (61,3%) ritiene che gli omosessuali siano molto o abbastanza discriminati e il 73% condanna i comportamenti discriminatori, come il fatto che non si assuma una persona perché omosessuale o non si affitti un appartamento per lo stesso motivo, crea però problemi il fatto che persone omosessuali rivestano alcuni ruoli: per il 41,4% non è accettabile un insegnante di scuola elementare omosessuale, per il 28,1% un medico, per il 24,8% un politico. La maggioranza ritiene accettabile che un uomo o una donna abbiano una relazione affettiva e sessuale con una persona dello stesso sesso ma poco più del 50% accetta un bacio pubblico da una coppia omosessuale.

 

Sono sono circa un milione le persone che si sono dichiarate omosessuali o bisessuali ma si tratta di una cifra sicuramente sottostimata, avverte l'Istat, perché solo chi ha deciso di dichiararsi ha risposto alla domanda. Presenti alla celebrazione della Giornata le associazioni degli omosessuali che hanno fortemente sollecitato una legislazione che avvicini l'Italia agli altri Paesi europei e del mondo. Un gruppo di giovani attivisti hanno depositato alla sede Inps di Torino la richiesta di pensione d'invalidità. Infatti nei prontuari medici in uso da Inps e Inail l'omosessualità è considerata causa d'invalidità civile. «Finché questo prontuario non sarà cambiato chiediamo una pensione d'invalidità civile di 800 euro».

Sicuramente questa classe politica è da terzo mondo, quindi anche in questa situazione rispecchia lo stato della sua qualità. Poi va anche detto che in Italia c'è il vaticano che sicuramente preme per il non riconoscimento alcuno dei diritti delle coppie o persone omosessuali. Ed i politici nostrani sono forti con i deboli e deboli con i forti.....

Quando non sarà più necessario indire una giornata contro l'omofobia allora
si potrà dire che sarà scomparsa. Purtroppo é un'utopia.Soltanto qualche
giorno fa' gli sviluppi delle indagini sull'assassinio di un roveretano hanno
confermato che gli omosessuali quando manifestano la loro identità sono disprezzati al punto di venire uccise

Vorrei si riflettesse sulla sproporzionata e assurda reazione che l'assassino ha avuto nei confronti di una richiesta di intimità.

Politici omofobi ??
Ancora a caccia dei voti della persone cristiane e che considerano solo i valori della famiglia "tradizionale" !!

i politici sono scollegati dalla realtà da tempo, oramai diventa stucchevole anche evidenziarlo!
Viva Grillo

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

Reversa :

Per chi non lo sa si può salire al lago da Valcava, sul versante di Fierozzo! Io faccio così, i...

29-07-2014 08:35
nonmiva :

SPAVENTOSO! E una calamità. Una guerra, e nessuno sembra rendersene conto.

29-07-2014 08:02
Gabriella S. :

Vecchia politica. Promesse fatte e non mantenute. Il MoVimento 5 Stelle propone un passo...

29-07-2014 07:47
Garau Augusto :

Un movimento politico che si sta trasformando in una setta di stampo giacobino incapace di agire...

29-07-2014 07:45
da :

attese dilanianti peggio della morte ,un abbraccio di solidarietà

29-07-2014 03:59