Pacher: «Lavisotto inquinato, colpa degli scarichi fognari»

Dal monitoraggio effettuato dall'Appa nella fossa del Lavisotto-Adigetto, è emersa una contaminazione da  Escherichia coli  di notevole entità. La presenza del batterio (tristemente noto per aver mietuto attraverso l'alimentazione numerose vittime in Germania a causa della diarrea emorragica da esso scatenata), segnala inquinamento fognario. A darne notizia è l'assessore all'ambiente Alberto Pacher rispondendo all'interrogazione di Roberto Bombarda, consigliere provinciale dei Verdi, di cui si era occupato anche il nostro giornale. «Ad oggi il Comune di Trento - segnala Pacher - è impegnato nella verifica della correttezza degli allacciamenti privati nella fognatura comunale».


L'assessore precisa comunque che il problema dei rifiuti abbandonati nel Lavisotto e la responsabilità del relativo asporto competono al Comune di Trento. Anche per quanto riguarda gli scarichi nel Lavisotto, la competenza sulle fognature è in capo al Comune, e comprende il rilascio delle autorizzazioni allo scarico in acque superficiali qualora non sia possibile l'allaccio alla pubblica fognatura. Spetta all'amministrazione comunale - puntualizza infine Pacher - anche garantire la corretta separazione delle fognature nere dalle acque meteoriche di cui è previsto lo scarico nella fossa del Lavisotto.

Per poter costruire, non si dovrebbe avere il permesso di allacciamento alla rete fognaria e poi controllato in fase di abitabilità? Chi ha controllato? E' possibile che ci siano abitazioni non ancora in regola? Basta con lo scaricabarile delle responsabilità.

a quando la copertura del lavisotto promessa da decenni????

ai primi posti per qualità della vita e.......scarichiamo le fogne nel lavisotto!!non ho parole.

Ma tutti i funzionari Pat e Comune,
dov'erano, che si sbalottano le colpe,
a dormire nei loro ovattati uffici ?
Mentre la m.... invade la Città del
benessere dove tutto và bene.
Salterà mai qualche testa ?

si gioca a scarica barile, l'ass. Pacher è stato il precedente Sindaco di Trento e il lavisotto era inquinato anche durante il suo mandato... pensare poi che in zona ci sono un asilo nido, una scuola materna, una scuola elementare un campo sportivo, il campo coni e molte abitazioni...

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

emi :

In questa situazione c è solo da capire chi è il coniglio tra le due parti in questione..

22-10-2014 23:38
Bertol Bruno :

Facciamolo tornare, a codizione che "ci porti su da Roma" tutti i soldi dei suoi ricchi bilanci...

22-10-2014 23:27
Dan TN :

RIDICOLI! Il coniglio va eliminato. Di certo non è una razza in estinzione ed ha tassi di...

22-10-2014 22:26
Thomas :

La politica dei piazeroti in cambio di voti é dura a mollare,ma ora con meno soldi neanche...

22-10-2014 22:23
poero#2 :

SCANDALO!!1!!11
BISOGNIA DENUNCIARE LA LAV PER IL GRAVE SPAVENTO KE ANNO KUSATO AI POVERI...

22-10-2014 21:58