«Ciao Stefy, dolce amica forte e generosa»

«Stefania, non ti dimenticheremo». Poche parole che racchiudono i sentimenti dei tanti amici di Stefania Maistri, 27 anni di Aldeno, morta la notte tra martedì e mercoledì dopo aver lottato per mesi contro un brutto male. Una malattia che l'ha strappata all'affetto dei suoi familiari (quattro sorelle e un fratello), del fidanzato Filippo, dei colleghi e di tutti gli amici.


Da alcuni anni Stefania lavorava presso la Trenta spa. «Aveva iniziato presso il call center e ora era diventata una team leader per l'esperienza e le capacità che aveva dimostrato sul campo», racconta il collega Matteo Filippi. Ad ottobre la ragazza si era presa un periodo di aspettativa dal lavoro. Non tutti sapevano che il suo allontanamento era dovuto a problemi di salute. «Se dovessi definirla con due aggettivi direi che era una ragazza concreta e vera. Non era una che si perdeva in giri di parole. Era schietta, sincera. Con il suo modo di fare, privo di frasi o sorrisi di circostanza, aveva saputo conquistare il rispetto di tutti».


Stefania coltivava una passione: quella per le freccette. Negli anni scorsi era riuscita anche ad aggiudicarsi il titolo di campionessa provinciale e un altro anno di vice campionessa. Inizialmente giocava nel bar del paese di Aldeno, poi da alcuni anni frequentava Calliano. Fidanzata con Filippo, per praticare il suo sport preferito si trovava spesso con gli amici al bar Matita. Grazie alla costanza negli allenamenti, che non trascuravano mai la componente sociale di questo hobby, era riuscita a diventare una vera campionessa.
Difficile dare un senso alla sua scomparsa soprattutto ad Aldeno e Calliano, ma gli amici delle freccette hanno voluto ricordarla con un pensiero che hanno scritto tutti assieme.


«Cara Stefy, il vuoto che hai lasciato dentro noi rende difficile trovare le parole per dirti addio. Resta, nei nostri cuori e nei nostri pensieri, il ricordo del tuo sorriso; l'emozione che davano la felicità e il calore dei tuoi occhi, la dolcezza del tuo viso e il tuo carattere: forte e testardo ma, allo stesso tempo, premuroso e generoso con tutti. Il tempo che abbiamo potuto passare assieme a te è stato troppo breve, ma nei nostri cuori niente e nessuno potrà mai decidere quanto potrai restare, perché noi ti ameremo per sempre. Ti salutiamo con "ciao nane": proprio come facevi sempre tu».
Il funerale si svolgerà domani alle ore 14 e 30, nella chiesa di Aldeno. Il rosario sarà recitato questa sera a partire dalle 20, sempre alla chiesa di Aldeno.

Perdonatemi, ma quando leggo che qualcuno
é morto per un brutto male, mi ribello: esistono bei mali?
Definirlo brutto, incurabile, quel male che non lascia speranza é devastante per
chi sta ancora lottando come devastante
ingiusta, assurda é la morte di Stefania.

Non capisco per quale motivo nel 2012 si debba ancora scrivere "...dopo aver lottato per mesi contro un brutto male.".Non conosco malattia di cui ci si debba vergognare.E poi,il "brutto male"....puo' un male essere bello,forse?Vi pagano per scrivere in questo modo?

...queste notizie mi stringono il cuore ,ecco dove i soldi pubblici non devono mai mancare nella ricerca e nella cura .... rip...

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

da :

è evidente mai si erano prima interessati agli orsi

31-10-2014 21:05
Dj Garzia :

@sandro hai ragione ....non Serve perforare le montagne, La strada che esiste già basta...

31-10-2014 21:03
Gianni Zacchia :

Perfetto, così invece di avere un offerta distribuita per i vari lavori, questa scelta porterà...

31-10-2014 20:42
ilcomasco :

@Sandro - Concordo con il commento. Le grandi opera si fanno perché la torta da mangiare e...

31-10-2014 20:21
Autonomia :

L'ignoranza e la stupidità sotto una divisa permette di sentirsi intoccabili e arroganti.
...

31-10-2014 20:18