Cesare Maestri diventa dottore

La laurea non l'ha conseguita. Ai suoi tempi forse nemmeno c'era. Ma adesso, dopo essersi guadagnato sul campo - ma soprattutto in quota - l'attenzione e il rispetto del mondo sportivo, ha raggiunto anche un altro, forse inatteso, traguardo. Cesare Maestri sarà dottore. Ad accoglierlo nell'esercito dei propri diplomati sarà la Facoltà di Scienze motorie dell'università di Verona. La cerimonia si terrà martedì 22 maggio alle 15: l'aula magna dell'ateneo scaligero ospiterà lo scalatore conferendogli la laurea honoris causa in «Attività Motorie e Sportive».

 

Una decisione presa dall'ateneo che, nell'alpinista, ha visto non solo le doti di scalatore che l'hanno reso famoso, ma anche quelle divulgative che l'hanno fatto notare come scrittore e opinionista. Per Maestri, naturalmente, la laurea ad honorem rappresenta non solo un riconoscimento della propria carriera alpinistica, ma anche un tributo al legame che lo scalatore ha sempre mantenuto, nonostante le sue incursioni sulle vette più ostiche del pianeta, con le Dolomiti.
Classe 1929, Maestri si è guadagnato, in anni di carriera, il soprannome di «ragno delle Dolomiti»: primo alpinista al mondo ad effettuare salite in solitaria sul VI grado, ed il primo a discendere in arrampicata su difficoltà dello stesso grado, Maestri ha archiviato qualche cosa come 3.500 salite, di cui circa un terzo in solitaria.


Ma non si è limitato alle salite, Maestri. Perché accanto all'attività alpinistica, ha coltivato la passione non solo per la montagna, ma anche per l'ambiente. Per questo si impegna da sempre per il rispetto dell'ambiente e per la realizzazione di un turismo che sappia creare e assicurare posti di lavoro sì, ma senza diventare una minaccia all'ecosistema di cui si nutre. Questa sua attività sul fronte dell'ecologia passa, prima di tutto, dall'attenzione alle nuove generazioni.
Una vita in salita, quella di Maestri, che nel tempo ha raccolto aneddoti, esperienze ed emozioni sulla carta: sei i titoli dati alle stampe per raccontarsi. E nello stesso tempo per raccontare le sue montagne.

Onore alla guida alpina Cesare Maestri in questo periodo in cui la sua grande salita al Torre è tanto bistrattata, sicuramente c'è chi la in cima ci è arrivato di più e meglio...ma sempre dopo di lui !

Brava/o Ciuiga. Allora farò domanda anche io per una laurea... Io almeno in cima al Cerro Torre ci sono arrivato 5 volte!

una laurea ed un caffè al giorno d'oggi non si rifiuta a nessuno

Se sono dottori Vasco e Valentino Rossi, Antonio Albanese e Cesare Maestri, allora io sono Imperatore ! Sem proprio mesi bem...

beh...almeno non se l'è comprata in Albania

Pure Biagi faceva il giornalista senza avere la Laurea, ma allora a questo punto diamo tre stelle alla Juventus, lasciamo la laurea albanese a Bossi e facciamoci chiamare tutti dottori.

A posto siamo.
Ma allora datela pure a Corona o Gene Gnocchi.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

marco da mattarello :

Beh, nel 2010 era stato controllato ed era a posto. Quindi nessun paradosso. Anche in questi...

30-07-2014 20:45
loredana callovi :

Daniela è stata la persona più buona che ho conosciuto,solidale,generosa, di rara umanità.E'...

30-07-2014 20:44
mariano :

Questi ragazzi saranno il futuro...

30-07-2014 20:42
Ma c'é chi le fa? :

Non ho mai sentito nessuno tra gli amici dei miei figli che avessero fatto le ore in autostrada...

30-07-2014 20:35
Eleonora979 :

Queste 30 famiglie "agguerrite" si meritano che alle 23 di sera sia ormai diventato pericoloso...

30-07-2014 20:19