Trento potenziato

CALCIO_VAL_1966132.jpgTRENTO - «Voglio il Trento in serie D. Dai playoff o dal ripescaggio. Questa città merita un calcio d'autore e io cercherò di realizzare questa aspettativa che manca da tanti anni. Quindi ci sono una serie di novità che potenziano la società, la prima è che sto uniformando l'azionariato con la partecipazione al progetto aquilotto di nuovi soci, imprenditori di regioni vicine che hanno interessi in Trentino»: senza mezzi termini  Piervittorio Belfanti, patron e manager del risorto Trento, ci butta lì la prima novità del futuro assestamento societario.


« La ricostruzione passa da un'importante lista di disponibilità imprenditoriali grazie alle quali il mio 60% vedrà affiancato un probante 20-30% di novità societarie che saranno annunciate, dal sottoscritto e dal presidente Giorgio Moser, prima dei playoff del 3 giugno. Un passo decisivo - continua il mantovano che ha rilevato le quote del presidente Fattinger da gennaio - per irrobustire la cordata che porterà quell'ossigeno necessario per i prossimi tre anni, quelli che ci faranno, mi auguro, diventare protagonisti in serie D».


Scusi, Piervittorio, quindi la marcia di consolidamento societario è sempre più avviata...
«Non si è mai fermata. Io continuo ad essere disponibile per ogni contatto che voglia far crescere le energie del Trento. Non mi faccio, naturalmente, convincere da nessuno che su questa piazza ci sia qualcuno capace, per ora, di fare meglio di me e sostengo che Trento deve tornare ad essere quel polo di attrazione calcistica che è stato un tempo».


Oltre all'arrivo di nuovi soci c'è una novità che riguarda il settore giovanile, ci sarà un nuovo referente alla testa di una ricostruzione pure qui.
«Nel vivaio non c'è mai stata, mi risulta una situazione catastrofica - spiega Belfanti - e voglio testimoniare la mia gratitudine al responsabile Antonio Segata che si è dimesso per motivi personali legati ad altri impegni. La conquista del titolo regionale della categoria Allievi regionali non mi sembra un traguardo da poco.


Segata e i suoi collaboratori hanno ben operato per tenere alto il profilo ma il futuro sarà ancora più roseo in questo settore perchè sto rifinendo il contratto con un personaggio di spicco, un ex professionista di Roma che diventerà il responsabile unico del rafforzamento del vivaio con un progetto che conta in sinergia con le famiglie e con le altre società».
Giravano chiacchiere su una proposta di collaborazione con il Mezzocorona, nel delicato settore della crescita dei giovani. Hanno un fondamento?
«Le dico solo questo: da parte mia, di Moser e del Trento c'era la più ampia disponibilità per aprire un tavolo di confronto in questo senso. Sarebbe magari stato l'avvio di un polo calcistico d'eccellenza. Ma io sto in città ed ho le mi esigenze e loro hanno pure altre esigenze. Quindi unire le forze sembrava un buon obiettivo, poi è mancata la buona volontà ed allora solo con la curiosità si fa poco».


Sono poi tempi in cui a Mezzocorona ci potrebbe essere un ricambio dirigenziale: via Giacca il vicepresidente, in forse anche il presidente Sontacchi.
«Fa dispiacere che ci sia questo deragliamento. Io guardo in casa mia e tiro diritto. Presto pubblicizzeremo ogni particolare delle nostre novità».
Belfanti non ha voluto poi parlare del ruolo futuro di direttore sportivo ma sembra che uno dei «salvatori della patria», Gianni Petrollini, in giugno chiuda l'esperienza trentina. Al suo posto Beccaria, che piace a Belfanti e che arriva dalla calabra Vibonese.

10 commenti

Incredibile quanta acredine vi sia attorno al Calcio Trento. Tali velenosi commenti non si rilevano mai quando si parla di altre squadre nostrane o altri sport.
Ad ogni modo i gufi da tastiera restino pure davanti ai loro schermi del pc, non ti curar di loro ma guarda e passa...forza trento!

Incredibile quanta acredine vi sia attorno al Calcio Trento. Tali velenosi commenti non si rilevano mai quando si parla di altre squadre nostrane o altri sport.
Ad ogni modo i gufi da tastiera restino pure davanti ai loro schermi del pc, non ti curar di loro ma guarda e passa...forza trento!

Intanto "il tifoso" mi impedisce di percorrere in auto Via San Severino ogni benedetta domenica...
ahahaha e tutto ciò per il "glorioso" Trento...buahahaha
glorioso aahahahah.

Il prossimo anno il glorioso Calcio Trento farà il campionato nazionale dilettanti e non l'eccellenza caro il mio osservatore distratto, inoltre il glorioso Calcio Trento affronterà tale campionato con il chiaro intento di vincerlo e lo farà. Quando sarà tra i professionisti (fra 1 anno) avrà bisogno di osservatori attenti e arguti come il soggetto sotto...porta pazienza.

PVB metti i soldi tu....o proponi come scritto sui giornali solo cordate e cordate di imprenditori...
ha ragione seibar54 ogni anno sempre la stessa cosa...
ah dimenticavo il prossimo anno ancora eccellenza per il famoso calcio trento

Che commento struggente questo sotto. Forse che il tifoso appassionato ti vieta di camminare in montagna? Forse che PVB ha chiesto soldi pubblici? Bhò io non capisco...forse è per questo che paghiamo le divise agli Schutzen? Scusate è vero loro camminano in montagna...ma per favore...

molto meglio sane e salutari passeggiate e gite in montagna, nel rispetto della natura e del prossimo, che tirar calci a un pallone con gente imbufalita che ti rincorre e urla scomposte e scalmanate di "tifosi" ... queste sì che sono truffe e ruberie alla seria e salutare attività fisica e benessere proposte dalle tante sagge e responsabili associazioni sportive vere, quelle che insegnano il rispetto, l'onestà e la responsabilità nella vita, sportiva e quotidiana.

Ogni fine campionato si sente parlare di potenziamento. Nuovi imprenditori, interessamento di Tizio Caio Sempronio ,ma di concreto solo aria fritta. Se assieme alla rinascità del Trento calcio ci mettiamo anche il Bondone siamo in una botte di ferro.

Avanti Trento, rialzati! Se PVB ce la farà sarà l'ennesimo smacco per una classe imprenditoriale micragnosa e poco capace. Il tremt merita rispetto, merita di più!

Sbaglio o :-"La ricostruzione passa da un'importante lista di disponibilità imprenditoriali" - è esattamente quello che si sente dire da almeno dieci anni a questa parte?

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

e i geniitori dove sono ? :

I genitori dove sono?

21-04-2014 13:07
michela galvagni :

Caro/a Micheal....dici a me? Stai dicendo a me di provare a gestire le urgenze vere con...

21-04-2014 12:58
Alberto Marisa :

Da convinto sostenitore della giustezza delle condanne a Berlusconi ( purtroppo occorre...

21-04-2014 12:57
caifa :

Caro "da", bisogna anche dire però, che ci sono anche molti vicentini e veneti che non vogliono...

21-04-2014 12:49
Giovanni_1953 :

Io spero che facciano sta benedetta autostrada cosi' da non essere accompagnato sull ciclabile...

21-04-2014 12:46
 

 

 

 

 

Seleziona la provincia
Seleziona la tipologia