Minetti a Milano:  non mi vergogno

MILANO - Non prova «né vergogna né imbarazzo» Nicole Minetti che, a sorpresa, si presenta al processo dove è imputata con Lele Mora ed Emilio Fede per il caso Ruby.
In prima fila ascolta la testimonianza della sua ex amica Melania Tumini, che a fine estate di due anni fa aveva invitato ad Arcore, e che ieri ha ripercorso quella serata «allucinante», definita in una telefonata di allora «un puttanaio».
È stato una sorta di show quello andato in onda nei corridoi del palazzo di Giustizia di Milano. Nicole Minetti ha fatto un'improvvisata e per circa due ore Melania Tumini ha raccontato quanto ha visto a quella festa dove ha provato solo «disagio e imbarazzo», anche perché si trattava non di persona qualunque ma del «presidente del Consiglio». Come aveva già fatto al processo gemello, dove è imputato l'ex premier, ha parlato della cena e del dopo cena nella sala del bunga-bunga, dei travestimenti da infermiera, poliziotta o uomo («la Minetti indossava un paio di culottes, una camicia e una cravatta») e degli spogliarelli che non erano certo «gare di burlesque». Mentre la ex showgirl ascoltava quasi impassibile, ha proseguito: «Le ragazze si toccavano tra di loro e toccavano o venivano toccate dal presidente sul seno, sul sedere e da altre parti», cioè «in mezzo alle cosce».
Mentre lei è stata sempre in disparte «assentandomi spesso o con la scusa di dover andare in bagno o per fumare una sigaretta».
Il racconto è continuato con la fila delle giovani ospiti davanti allo studio di Berlusconi. Studio dove lei ha ricevuto in dono due cd di Apicella e una busta con dentro 2 mila euro.

Non avevo dubbi. Donna di dubbia moralita' e con molto poca intelligenza. Dalle intercettazioni ascoltate e di pubblico dominio si capisce quanto poco cervello e "senso dello Stato" abbia questa fantastica esponente del berlusconismo. W chi vota e chi ha votato PDL... dei geni.

E smettila di spillare a noi italiani i soldi del tuo lauto stipendio.

Oia!!!

Mi vergogno io...che noi italiani diamo a questa macchietta 10000 euro al mese.
E la cosa allucinante è che i lombardi non sono sotto casa sua con i forconi.

aggiungo: anche Cicciolina fu eletta in parlamento, ma di lei si sapeva già tutto

Tutti a stracciarsi le vesti perché lei non si vergognava a levarsele....se non si vergognava allora, perché si dovrebbe vergognare adesso ? Vergogna è stata metterla in lista.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

@ Papalino :

Ti riferivi al PD e al loro comico toscano che assieme a Forza Italia non hanno mai voluto...

30-10-2014 21:21
Ottone Weimar :

Io viaggio molto, prevalentemente all`estero. Soggiorno mediamente in 30-40 hotel diversi ogni...

30-10-2014 21:20
SINDACATI! :

Chi riempie le piazze? Sindacalisti stipendiati, disoccupati, cassaintegrati, pensionati,...

30-10-2014 21:15
Bertol Bruno :

Un Sindaco da solo non puo'arrivare a tanto ! Molti hanno condiviso e si sono fatti trascinare...

30-10-2014 21:08
Ottone Weimar :

Io viaggio molto, prevalentemente all`estero. Soggiorno mediamente in 30-40 hotel diversi ogni...

30-10-2014 21:03