Controlli della Finanza

BOLZANO - Il traffico è in aumento all'ingresso di Bolzano, alla circonvallazione Merano - Mendola, mentre le aree adibite a parcheggio verso Ponte Adige si riempiono costantemente. Lo segnala il Centro situazioni provinciale, secondo cui è "difficile" la valutazione delle persone presenti all'Adunata. Si stima, però, che siano tra 70.000 e 100.000. Sono arrivati 71 pullman tutti regolarmente parcheggiati nell'area di Bolzano.

Il traffico sulla A 22 procede regolarmente e le telefonate pervenute alla centrale provinciale di viabilità sono nella norma. Le strutture sanitarie mobili hanno consentito di filtrare efficacemente gli interventi, riducendo in modo sostanziale i ricoveri in ospedale solo per i casi più gravi. Attualmente, tra forze di soccorso e intervento provinciali e forze dell'ordine statali, sono operanti 652 persone con 177 mezzi più 3 elicotteri a disposizione. Una delegazione dell'Associazione nazionale alpini ha incontrato, questa mattina, il comandante provinciale della guardia di Finanza, colonnello Giovanni Avitabile.

Alpini e Fiamme Gialle stanno collaborando a Bolzano nel contrasto ai venditori abusivi di gadget dell'Ana. Anche il marchio dell'Associazione, spiega una nota, è colpito dalla pirateria e viene contraffatto

 

IN 100MILA 

 

BOLZANO - A Bolzano sono già arrivati circa 100mila alpini, degli oltre 230mila giunti in Alto Adige per l'85/a adunata nazionale, come comunica l'Associazione nazionali alpini (Ana). Agli alpini sono arrivati i saluti del presidente della Camera, Gianfranco Fini, e del ministro della difesa Giampaolo Di Paola, che ha annunciato la sua presenza alla grande sfilata di domani.

 

"Alpini d'Italia, - scrive il ministro - voi rappresentate un patrimonio unico per il Paese, che ci consente di guardare con fiducia alle sfide future. Un patrimonio di valori che unisce, non divide, rispettoso di tutte le diversità".

 

Secondo il presidente della Camera Fini, "le Penne Nere rappresentano per gli italiani un simbolo di dedizione incondizionata al dovere e di nobile attaccamento alla Patria. Il loro coraggio, le loro gesta, il loro sacrificio hanno offerto un contributo fondamentale alla costruzione del nostro Paese e alla diffusione del patrimonio di ideali ispirati alla solidarietà e alla fratellanza".

 

"Protagonisti attivi delle missioni internazionali, gli Alpini forniscono anche oggi un fulgido esempio di abnegazione e di generoso impegno a favore delle popolazioni per l'affermazione della pace e della democrazia nelle aree di crisi, conclude Fini

 

 

PARLA PREYER - È inferiore alle previsioni l'affluenza per l'Adunata degli Alpini a Bolzano. Lo riferisce il comandante dei vigili del fuoco permanenti e direttore dello staff presso il Centro situazioni provinciale, Ernst Preyer, sulla base dei dati forniti dall'Associazione nazionale alpini.

 

Si ipotizza che gran parte degli arrivi si concentrerà nella giornata odierna e durante la notte, oppure che si sia in presenza effettivamente di una complessiva minore partecipazione. Alla videoconferenza che ha avuto luogo questa mattina presso il Centro situazioni provinciale con la centrale dell'Ana, la centrale viabilità e la centrale provinciale emergenza non sono emerse situazioni critiche. Anche per il traffico, sia ferroviario sia sull'autostrada del Brennero, non vengono segnalati problemi particolari.

 

Gli interventi sanitari durante la prima notte di festeggiamenti sono stati complessivamente 110 soprattutto per piccoli traumi, mal di testa e dolori al torace, ma nessuno di grave entità. Il consumo di alcol, riferisce una nota della Provincia, è stato contenuto e paragonabile a una normale festa campestre. Complessivamente i medici in servizio sono stati 15 in più rispetto all'ordinario, mentre nella giornata odierna gli operatori attivi sono 60 per il servizio sanitario e 66 vigili del fuoco

17 commenti

sottoscrivo il commento di Franz,simpatia per gli alpini che purtroppo si fanno strumentalizzare dai politici romani attenti solo alla conservazione dei loro assurdi privilegi:

Rapporto italiani- alpini, schutzen-tirolesi gli alpini dovrebbero essere quasi il doppio.

Già questo pomeriggio cominceranno a tornarsene a casa. Nei loro paesi veneti e lombardi da cui sono partiti e nei quali cova un sordo rancore nei confronti della nostra diversità. Rancore generato ed alimentato dalla stampa berlusconiana e leghista. Noi rimarremo in questa terra,autonomi ed orgogliosi di non aver festeggiato i 150anni dell'unità d'Italia.

personaggio che stimo, dice sul corpo degli alpini una grande verità. Solo il concetto di Patria stona: Il Tirolo NON e'patria degli alpini! Ed anche sul Trentino nutro qualche dubbio. I nostri nonni hanno combattuto contro gli alpini italiani. Rimane la contagiosa allegria di questi raduni. L'intelletto ed un po' di tatto avrebbero dovuto far evitare BZ. Qui, anche gli italiani mandati da Mussolini a colonizzare, mandano, se solo possono, i loro figli alla scuola tedesca.

Mio padre ha fatto la guerra "con" gli alpini.
I miei due nonni però avevano fatto la guerra "contro" essendo inquadrati nell'esercito austroungarico.
Certo non è facile decidere con serenità da che parte stare.
Forse a Bolzano sarebbe meglio fare sfilare le bandiere della pace invece che quella di guerra....

Certo che 400.000 schutzen austriaci non li si può trovare,manco col lanternino. Per questo ne hanno indegna invidia. Manca loro l' entusiasmo, hanno solo odio e tristezza. E' la loro bieca natura.

Gli Alpini sono gente semplice e buona.Non odiano nessuno e vengono etichettati come ubriaconi e puttanieri...Amano un tricolore che li disprezzza e strumentalizza,ma loro soffrono in silenzio.Personalmente non li amo perchè sono servi sciocchi del nazionalismo italico,però perchè privi di malizia meritano rispetto.

X @blitz. Il delirio completo è il Suo. Cos'era Suo nonno, un irredentista? In questo caso accetto il Suo sciovinismo nazionalista, diversamente non sa di ciò che parla.

Per gli alpini non esiste l'imponibile!

@ come cambiano i toni degli articoli...
..forse perché gli Alpini sanno CORRERE per aiutare dove c'è bisogno, i 'no-tav' sanno solo fare casino.
E non credo che i 'no-tav' bevano meno vino degli Alpini.

con fatica perchè molta gente è per le strade nei negozii più tardi saranno a cena con amici e ricordare i periodi fatti con la divisa, ho notato serenità ed gioia da parte dei bambini vengono accolti come ospiti graditi molto importante rispetto alle polemiche dei giorni scorsi.

Tristi giornate per quei 60mila trentini che hanno combattuto contro gli Alpini.
E' proprio vero che la storia la fanno i vincitori ma almeno dai trentini potevamo aspettarci qualcosa di meglio.

Delirio completo! Hai le lancette dell'orologio indietro di qualche secolo. I trentini sono italiani, e formano la sezione più grande d'Italia. Tutti semmai hanno un padre e un nonno alpino, quindi aggiornati. Magari qualche avo era anche un centurione romano, uno scudiero del Vescovo. L'Austria è roba pompata da nostalgici ignoranti di storia che cercano di emergere dal nulla. I fatti e l'entusiasmo della gente per il tricolore qua lo dimostra.

che non siano astemi è fuor di dubbio, ma in proporzione ci saranno molti piu' coma etilici in un happy-hour

Spero che gli alpini del Trentino facciano al più presto una sezione autonoma, staccata da quella nazionale. Dai commenti che si leggono sui blog c'è molta voglia di nazionalismo tra gli alpini italiani. I trentini non devono prestarsi a questo gioco. Tutti hanno un padre, un nonno o un bisnonno che combattè per l'Austria. le motivazioni dei trentini sono giocoforza diverse. Spero che domani rimangano a casa.

Mandate la Kloz in gelateria con cono pagato dagli Alpini, alla salute di tutti, ho visto fraternizzare i cittadini anche dei paesi vicini con gli Alpini, è stato bello vedere la gente.

che disparità di trattamento su questo giornale tra la manifestazione degli alpini(fiumi di alcool e prostitute)e quella della settimana scorsa dei no-tav(pacifica e civile).
Attendo trepidante la lettera di qualche barista arrabbiato...
ah no, forse essendo l' adunata degli avvinazzati ai baristi fa piacere l'alcolismo di massa!

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

Spinoza :

Ma il terzo segreto di Fatima non era 'una noce di burro a fine cottura'?

02-09-2014 20:41
Spinoza :

Se sei nel pubblico/parapubblico/partecipate/Fondazioni/matrioske... dopo 10 anni di lavoro sei...

02-09-2014 20:37
giorgy :

va ripristinato il reato di clendestinita',come vige in tutta europa.cosi' grillo non contestera...

02-09-2014 20:36
A parole! :

Non so se ve ne siete accorti, ma ormai non abbiamo più alcun potere decisionale...altro che...

02-09-2014 20:34
Merlo :

....Terzo segreto di Fatima...., e l'Europa
sarà islamica. Ne vogliamo parlare?

02-09-2014 20:33