Sfruttamento prostituzione,  18 arresti a Trento

1e136a7b06_1059337.jpgGli arrestati sono otto uomini - cinque domenicani, un colombiano e due italiani - e dieci donne, tutte della Repubblica Dominicana. Per cinque degli arrestati è stata contestata l'associazione per delinquere. I due italiani, un trentenne di Cles e un foggiano di 47 anni residente in provincia di Vicenza, erano secondo gli inquirenti gli inserzionisti che pubblicavano a pagamento gli annunci delle ragazze su siti internet.

 

Le indagini sono iniziate nel febbraio 2011 dopo una serie di segnalazioni da parte di residenti di Trento nord che avevano notato un via vai sospetto. Secondo quanto accertato dai carabinieri, con appostamenti ed intercettazioni telefoniche, le donne - una trentina - si prostituivano nella zona compresa fra Trento nord e Gardolo, in strada, in via Bolzano, e in abitazione, nei complessi residenziali Magnete (da qui il nome dell'operazione), Tridente e nel residence Capitol.

 

Le ragazze talvolta lavoravano negli stessi appartamenti dei loro sfruttatori, alcuni dei quali facevano parte di clan familiari. L'organizzazione - secondo gli inquirenti - poteva disporre anche di altri appartamenti in Lombardia, Puglia, Calabria e Campania, nei momenti in cui il mercato su Trento appariva saturo. Le tariffe chieste dalle ragazze erano comprese tra i 50 e 150 euro e talvolta venivano praticati sconti in caso di rapporti non protetti.

 

I proventi venivano anche spediti nel paese di origine, in Repubblica Dominicana, talvolta utilizzando gli stessi clienti per aggirare i divieti di trasferimenti di all'estero. In molto casi - secondo l'accusa - le giovani venivano sfruttate dagli stessi mariti o compagni o da altre donne, in gran parte anch'esse prostitute.

11 commenti

''gli inserzionisti che pubblicavano a pagamento gli annunci delle ragazze su siti internet''
che novita anche quotidiani lo fanno
o tutti o niente
meglio che legalizzano sarà meglio. In svizzera tutti siti legali iscritti alla polizia, solo italia guarda da altra parte. oggi tutto gira con internet...

zanoni di cles poret

Come al solito in Italia i problemi si incancreniscono perchè i nostri politici sono stati occupati a fare di tutto fuorchè a cercare di risolverli.

A Suor Carla V.di M.- pulizia, pulizia, certamente a chi non piace, ma per favore non sempre e solo con onere a carico dei cittadini!!!, quindi regolamentare, regolamentare seriamente.

La legge merlin anziché combattere lo sfruttamento, lo ha favorito alla grande evviva

Con la prostituzione legalizzata aumenterebbero le entrate IVA e soprattutto la salute delle "lucciole". Il mestiere più antico del mondo, per nasconderlo agli occhi dei falsi cristiani, ora è in mano alla malavita! Quanti guai ha combinato la legge Merlin!!!

legalizziamo e regolamentiamo.... il bisogno c'è... forse ci sarebbe anche meno violenza contro le donne...

Quanto marcio anche nella mia diletta terra trentina!....Pulizia!........
pulizia!......

E oramai stranoto da anni che a Gardolo nei nuovi palazzoni c'è ampio giro do prostituzione da un decennio. Bene per le forze dell' ordine che hanno "sistemato" un po' le cose per ora poi ritornerà tutto come prima. Ci sono troppi interessi che girano. Comunque sarebbe ora che si pensasse ad una legalizzazione e regolamentazione della prostituzione.

.... settore senza crisi .. ..

La prostituzione c'è dovunque nel mondo e c'è sempre stata. Basta bigottismi. Legalizziamola così sarà un lavoro non più in mano alla criminalità. Le prostitute se lo vorranno fare sarà una loro scelta e non, come purtroppo spesso accade, schiavitù. Ci sarà un controllo sanitario e pagheranno le tasse! (come in Germania ad esempio)

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

da :

viziate

25-10-2014 16:58
HT :

Palle al piede gia da piccole.

25-10-2014 16:50
FRENK :

LORO POVERETTE NON POSSONO VIVERE CON 900 EURO ,UN PENSIONATO AL MINIMO SI.

25-10-2014 16:43
Luigi Reigl :

Chi e' alla ricerca di un lavoro e dipende vivamente da esso, non c'e' movimento che lo convinca...

25-10-2014 16:26
Simo :

Se fossi una delle figlie mi vergognerei profondamente: poco o tanto che sia il mio stipendio, a...

25-10-2014 16:21