Cancellato dal Prg il campo da golf

Golf addio. Almeno a Daiano. Lo ha deciso a maggioranza il consiglio comunale che, con dieci voti favorevoli, due contrari ( Maria Laura Bignardi  e  Giovanni Rizzoli , che non hanno condiviso lo stralcio del golf) e un astenuto ( Alberto Dagostin ), ha approvato giovedì sera, in seconda adozione, la variante al Piano regolatore generale, così come predisposta dall'architetto  Francesca Volpetti.
 

Le novità più importanti sono state illustrate in dettaglio dal sindaco  Elvio Partel . Si parte appunto da una scelta già compresa a suo tempo nel programma elettorale della maggioranza e che riguarda l'eliminazione della zona in località Ganzaie destinata a campo da golf, ora ritornata area agricola primaria. Un discorso che quindi si chiude in modo definitivo dopo le polemiche e le discussioni anche accese di alcuni anni fa.
Altre scelte importanti riguardano il ripristino dell'area residenziale di Via San Tommaso, con la contestuale abrogazione dei piani creditizi a suo tempo previsti in località «Melàe», zona che presenta dei problemi di stabilità sotto il profilo geologico, l'eliminazione del piano particolareggiato che interessava piazza Alcide Degasperi (quella centrale, davanti al municipio), dove si potrà costruire la nuova pensilina per la sosta dei pullman, il ridimensionamento del parcheggio di via San Tommaso, che sarà realizzato su due piani, ma senza andare ad interessare gli orti situati a monte. Saranno ripristinate a verde privato le superfici non utilizzate per la creazione del nuovo Crm (Centro Raccolta Materiali) e del nuovo cimitero e sarà modificata la fascia di rispetto della strada progettata a nord dell'abitato, sotto l'area di «Melàe», in modo da consentire una maggiore disponibilità di metri quadrati da destinare alle nuove costruzioni che interessano l'area Pea (edilizia abitativa).
Eliminato infine dal Prg il previsto potenziamento della strada della «Taoletta», verso Carano, visto il marciapiede è già stato costruito. Contestualmente alla variante, è stato anche aggiornato il regolamento edilizio, nel rispetto delle nuove norme provinciali.
Un altro punto importante ha riguardato l'approvazione del conto consuntivo del 2011, che chiude con riscossioni per 2.008 euro, pagamenti per 2.177.376, residui attivi di 1.564.982, residui passivi di 937.375 ed un avanzo di amministrazione pari a 768.673. «Nonostante i molti lavori realizzati, il nostro Comune gode ancora di buona salute» il commento del sindaco Partel.
Approvato anche il consuntivo dell'anno scorso dei Vigili del Fuoco, con un utile finale di 9.835 euro. Per quanto riguarda la nuova Imu, dopo l'approvazione del relativo Regolamento, sono state deliberate le aliquote per il 2012, in pratica quelle base: 4 per mille per la prima casa (con relative detrazioni), 7,60 per mille per le seconde case e le aree fabbricabili ed il 2 per mille per le attività agricole. E' stata poi ratificata una variazione di bilancio adottata dalla giunta con carattere d'urgenza e riguardante 13.000 euro di spese in più per i lavori di sistemazione (in corso) della piazza centrale ed è stata approvata una variazione relativa al completamento della strada di «Cugola» ed alla messa in sicurezza della via San Tomaso, con la posa anche della rete delle acque bianche (80.000 euro in più). I lavori verranno effettuati entro il 2012. Infine è stata approvata la convenzione con i Comune di Carano per il Progetto «Intervento 19» (ex Azione 10). Prevede lavori per 62.799 euro, 40.770 dei quali garantiti dalla Provincia. A carico di Daiano sono 11.497 euro, mentre Carano dovrà impegnarne 10.620.

ma vorrei solo far osservare che una settimana sugli sci costa molto, ma molto di più, della pratica del golf e chissà invece perchè si considera lo sci sport "popolare" ed i campi da golf non si "fanno" con le betoniere mentre una funivia fra betoniere ed acciaio......

Pseudosport antipatico ed elitario, bene così! meglio campi, aree verdi e zone ricreative per famiglie e bambini!

Se fosse vero il detto "i mati de Caran" questo Comune ha dimostrato che la pazzia alberga altrove, fuori dal loro territorio comunale. Hanno cercato di salvaguardare il territorio agricolo dove in altre parti se c'è un metro quadro di verde agricolo vi trovi un'orda di affaristi pronti a scaraventarvi sopra perlomeno una betoniera di cemento.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

Dellai Lama :

Ieri è stato avvistato orso extracomunitario affetto da ebola guidare ubriaco e senza patente...

25-10-2014 06:56
renato :

che si trovi una soluzione cooperativa è oramai quasi fuori discussione ( lo fanno scrivere a...

25-10-2014 03:45
renato :

Ora i problemi sono sul 'tavolo' europeo da molti anni...si poteva trovare il modo di venirsi...

25-10-2014 03:43
renato :

Ora se il prezzo delle abitazioni cresceva a due cifre (e con esso il livello di indebitamento...

25-10-2014 03:38
renato :

l'abbondanza di credito concessa dall'euro e dalla finanza 'europea' si è orientata purtroppo...

25-10-2014 03:33