Alpini a Bolzano, è allerta per l'A22

Almeno 250.000 persone, 2.000 pullman, 2.500 camper, tra le 15.000 e le 20.000 auto: l'impatto che gli esperti si attendono a Bolzano per l'Adunata nazionale degli alpini è enorme. E altrettanto l'impegno nella fase preparatoria: reperire parcheggi fuori città, potenziare il servizio dei mezzi pubblici, garantire l'assistenza sanitaria. Ieri i servizi provinciali coinvolti hanno illustrato le misure elaborate. Ricordiamo che l'appuntamento è previsto a Bolzano da venerdì 11 maggio a domenica 13.
 

Trasferta di massa.
 Per l'adunata nazionale degli alpini del 13 maggio sono attese a Bolzano, ma è solo la cifra di riferimento, almeno 250mila persone. Oltre a chi sceglie il treno, la gran parte arriverà nel capoluogo con 2.000 pullman (in pratica una colonna di 30 km), 2.500 camper, tra le 15 e le 20mila auto. La Provincia di Bolzano si è mossa per tempo e, su indicazione della Giunta provinciale, ha attivato cinque gruppi di lavoro che hanno elaborato altrettanti piani di intervento in settori cruciali: potenziamento di orari di bus e treni, assistenza sanitaria, prevenzione anticendi nelle strutture che ospitano gli alpini, potenziamento della rete di telefonia mobile in città. «L'obiettivo - ha sottolineato il direttore della Ripartizione provinciale protezione civile Hanspeter Staffler, che ha coordinato l'impegno dei servizi provinciali - è ridurre per quanto possibile disagi e margine di imprevisti e garantire uno sviluppo ordinato dell'evento sul piano organizzativo e logistico».
 

Spauracchio traffico.
 Oltre al numero di veicoli in arrivo, l'impegno è notevole «considerando che l'A22 è l'unico accesso da sud», ha sottolineato Günther Burger dell'Assessorato provinciale alla mobilità. Per i pullman è quindi previsto l'ingresso nel capoluogo dall'uscita autostradale di Bolzano sud: esauriti i parcheggi disponibili, i pullman in arrivo successivamente dovranno far scendere i passeggeri nelle aree previste a Bolzano sud e proseguire verso i parcheggi assegnati nelle zone di Merano, Bressanone e Bassa Atesina. Allo scopo, come ha chiarito il direttore del Servizio strade Paolo Montagner, verranno chiusi interi tratti di strade provinciali, che verranno trasformate in parcheggi per bus. Lo stesso vale per le auto, una volta esauriti i posti macchina nel capoluogo. Tutti i partecipanti all'Adunata che non arrivano con pullman dedicati all'evento sono invitati ad usare autobus pubblici e treni. Da evitare il traffico individuale. Le corse saranno notevolmente incrementate e adeguate all'evento: a Bolzano circolerà solo una linea di bus con corse ogni 6 minuti, a cui si aggiungeranno bus navetta da Salorno, Ora, Merano e Bressanone. Eccezionalmente sará in vigore l'orario ferroviario feriale anche sabato 12 e domenica 13: nel giorno dell'Adunata tra le 6 e le 11 arriveranno a Bolzano 13 treni da sud, 9 da Merano e 9 da Bressanone. «Complessivamente bus e treni potranno trasportare fino a 8.500 persone all'ora nel capoluogo», ha spiegato Burger. Tutti gli autobus del servizio pubblico sono gratuiti, per gli altri mezzi pubblici è offerta a 15 euro una specifica Alpini-Mobilcard.
 

Assistenza sanitaria.
 Si tratta di altro ambito di competenza provinciale: Walther Dietl, medico coordinatore durante l'Adunata, ha spiegato in conferenza stampa che sono previsti sul territorio 3 ospedali da campo (davanti al Teatro comunale, in via Resia e in via Einstein), oltre a una serie di punti di pronto accesso per la prima assistenza lungo il percorso della sfilata. Gli ospedali di Bolzano e Merano hanno attivato piani di emergenza e unità di degenza di emergenza. «Il nostro impegno in quelle giornate si concretizza nell'assistenza a tutto tondo, sia per gli alpini che per la popolazione», ha ricordato Dietl invitando i cittadini alla necessaria comprensione davanti a un aumento del ricorso ai servizi sanitari. L'assistenza riguarderà ovviamente anche i casi di problemi legati all'alimentazione e agli eventuali ingorghi in fase di deflusso in tarda serata e domenica notte.
Complessivamente saranno circa 350 gli operatori della Provincia e dell'Azienda sanitaria in azione durante l'Adunata degli alpini. È previsto anche un bollettino specifico e costantemente aggiornato del Meteo provinciale.

Provocazione per chi? Per gli ignoranti? gli stolti? i razzisti?
Benvengano le provocazioni allora...

Mi spiegate il termine di provocazione ?
La provincia di Bolzano ha sempre avuto migliaia di alpini in armi ed ha tutt'ora sul territorio 3 reggimenti di truppe alpine ed il comando delle truppe alpine .
Perchè non può ospitare l'Adunata Nazionale , come in qualsiasi città d'Italia ?
Pier Alberto

Ripeto che è una vergognosa provocazione aver voluto e preteso la manifestazione a Bolzano. Inopportuna sotto ogni punto di vista e poi nessuno che dica quanti soldi del contribuente verranno spesi per sostenere questa nauseante kermesse nazionalistica. Altro che le buffonate polemiche per qualche decina di migliaia di Euro per le bande o gli Schützen

In qualunque modo lo indori, questo evento e' e resta una PROVOCAZIONE !!
Che doveva essere evitata anche solo per puro buongusto !!

Quanta disinformazione nei commenti, pazienza sicuramente voi non andrete a vederli peccato,

l'importante e' non fare l'alcol test agli autisti ... alpini...si sa che per loro non esiste l'imponibile! beati loro!

Basta adunanze !!!
e per cosa poi ?
per rammentare l'occupazione italiana del nostro land che ben 60mila trentini anno difeso combattendo orgogliosamente contro gli alpini anche con la morte ?
bravi per le attività di volontariato ma lasciate stare le adunanze di stampo nazionalista.

....e gli oltre 3.000.000 di € di costo della manifestazione., e fortuna che c'è la crisi !!

Viva gli alpini e la loro organizzazione!

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

Budy :

MEGLIO COSì CHE I POLTICI L'è MEIO PERDERLIO CHE TROVARLI!

30-07-2014 15:02
DOMANDA :

La presenza di politici alle feste religiose è un dovere?

30-07-2014 15:00
omero :

questa è un altra polpetta avvelenata del Ras che fu Dellai.....!!

30-07-2014 14:59
FATEMI CAPIRE! :

Se la mia "religione" dice che ammazzare mi fa bene, se lo faccio non è reato??

30-07-2014 14:58
???? :

in effetti è l'unico evento a cui panizza non si è mai visto

30-07-2014 14:57