San Michele, scontro  fra le minoranze e il sindaco

SAN MICHELE - Non si smorzano le polemiche dopo il consiglio comunale di martedì sera e nemmeno il voto unanime per l'annullamento della seconda variante al Piano regolatore, provocato dalla votazione illegittima di due consiglieri «incompatibili», è servito a mettere pace tra gli schieramenti di maggioranza e opposizione.
«Abbiamo scelto di collaborare con la maggioranza partecipando alla votazione di martedì sera - precisa il capogruppo della lista civica Comunità Unita, Luca Tait - per tre motivi ben precisi: il senso di responsabilità nei confronti dei cittadini di San Michele all'Adige; il voler migliorare talune restrizioni apposte all'ultima adozione del Piano regolatore, ritenute da noi fin da subito esagerate in un momento critico per l'edilizia e segnato dalla sempre più forte pressione fiscale sulle spalle dei poveri cittadini; la correttezza politica».
Pure il Servizio enti locali della Provincia aveva confermato - come sosteneva il gruppo di minoranza - l'incompatibilità dei due consiglieri e le possibili conseguenze, anche penali, nei confronti di chi partecipa indebitamente alla votazione.
«Ci preme segnalare - conclude Tait - che è sembrato del tutto inopportuno, irrispettoso e fuori luogo l'intervento del sindaco Clelia Sandri , intervento nel corso del quale il primo cittadino ha accusato l'ex assessore Franca Pangrazzi di avere commesso, nella passata legislatura, una leggerezza simile. Tale accusa è stata subito smentita dalla stessa Pangrazzi, che ha evidenziato la vera versione dei fatti allora accaduti, smontando la versione alquanto... fantasiosa del sindaco. Speriamo che i cittadini ed anche i consiglieri di maggioranza si siano accorti che il primo cittadino ha rischiato di far saltare l'accordo. Ci preme, invece, rimarcare come di tutt'altra idea si sia dimostrato l'assessore Franco Callovi che, in consiglio comunale, ha ringraziato noi della minoranza, accollando al suo gruppo tutte le colpe dei ritardi causati dal pasticcio sul Prg».

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

nomesiono :

Sarebbe meglio che l'Italia diventasse una Repubblica Federale stile Svizzera, con cantoni con...

25-10-2014 19:11
south side :

ma scusate se in 8 diciamo legalizzala perche' e' ancora vietata??????

25-10-2014 19:05
Francesco - Riva del Garda :

Ahahahahaha Ahahaha!

25-10-2014 19:03
barbapapà :

Fate presto perchè l'Italia è ormai malata tra clandestini e sinistri.

25-10-2014 19:00
Esperienza Antica :

Tutti indifferenti alla salvezza delle vostre piccole celluline grigie vero? Avanti verso la...

25-10-2014 18:48