Assoartigiani:  crollo dovuto al turismo

CANAZEI - «C'è sicuramente un calo di lavoro, soprattutto preoccupano le prospettive», dice Massimo Debertol , presidente di Assoartigiani della val di Fassa. Ma si può parlare, come fa l'Associazione Fassa, di drastica riduzione della manodopera? «Direi di sì. Nel mio caso (Debertol è titolare di un'impresa edile, n.d.r.), la riduzione è stata del 30%». Qual è la causa prima? «Il settore dell'artigianato, che in valle comprende 320 aziende, comprese quelle dei servizi alla persona e dell'alimentare, dipende al 90% dal settore turistico. Che ha registrato un calo del 10%. Ma soprattutto c'è il fatto che le imprese turistiche, nell'incertezza, rinviano gli investimenti, non pianificano e, semmai, chiamano l'artigiano all'ultimo momento, perché sanno di trovarlo. Se poi ci si aggiunge la sempre maggiore difficoltà ad ottenere credito dalle banche, ecco spiegate le difficoltà. Per la mia impresa, le prospettive sono buone fino a luglio, poi si vedrà. C'è attesa per capire come andrà la stagione turistica estiva, che ha una clientela diversa, soprattutto italiana, da quella invernale». L'Associazione Fassa propone ai Comuni di «agevolare» le imprese locali negli appalti e alle aziende di mettersi in rete. Fattibile? «Sarebbe cosa buona se i Comuni lo facessero, ma la normativa è quella che è. Quanto alla filiera, è difficile spesso andare d'accordo in famiglia, figuriamoci tra imprese! Quanto, poi, a privilegiare le aziende locali, non è un appello da fare solo ai Comuni. Quando Guglielmi ha ristrutturato il suo albergo, mi risulta abbiamo chiamato aziende da fuori valle. Chi è senza peccato...».

Chi è causa del suo mal pianga se stesso ... e lascia disperati gli altri.

Pazzesco! L'associazione Fassa sa solo scimmiottare la Lega scagliandosi contro la comunità di valle/comun general ..... nessuna linea politica ... anche se a onor del vero non è vero che hanno parlato contro i ladini o il ladino
Con Geremia siamo in un deserto

#JC
E' per questo che oramai tutte le aziende producono in Cina e tutti i prodotti che troviamo sono "made in Cina"
I prodotti italiani non sono all'ALTEZZA!!
robe da matti.....

Prima L'Associazione Fassa parlava contro il ladino in genere...motivo di chiusura verso l'esterno..Ora vuole il protezionismo economico....Pazzesco..nessuna linea politica Deserto...

Mamma mia che livello....

Se Guglielmi ha chiamato aziende da fuori vuole semplicemente dire che quelle locali non sono all'altezza. E allora secondo Debertol bisognerebbe "proteggerle".....
roba da matti.......

questi sono gli "imprenditori" che hanno fatto impresa con i contributi provinciali, cioè l'esatto contrario di quello che avviene in libera economia. D'altronde basta vedere come si sono riidotti la valle....a proposito il Debertol ha un fratello albergatore e responsabile della Coop di Canazei....guarda caso....

Scusate, ma l'assessore Mellarini ci ha detto qualche settimana fa che il turismo è comunque in crescita... in continua crescita...

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

Virello Equirino Pietro :

Ma stiamo scherzando,nessun magistrato deve perdere tempo con individui come questo non vanno...

02-10-2014 16:24
Waltoer :

benissimo,si faccia mantenere da vienna

02-10-2014 16:19
Esperienza Antica :

Piuttosto togliere questa pagliacciata del rito abbreviato. Corretto un omicidio=ergastolo!...

02-10-2014 16:15
tridentum :

A volte penso che la Klotz faccia tenerezza. Poi invece penso che per dare aria alla bocca é...

02-10-2014 16:02