Dalmaso: dal 2013 stop ai libri solo di carta

Prosegue il comodato d'uso gratuito fino al biennio delle superiori, ma dal prossimo anno stop ai libri di testo che sono solo in forma cartacea. Quest'ultima è la novità contenute nelle disposizioni per l'adozioni dei libri di testo per il primo e il secondo ciclo di istruzione, approvate oggi dalla Giunta su proposta dell'assessore provinciale all'istruzione e allo sport, Marta Dalmaso. La delibera ricorda che "secondo l'impostazione assunta a livello nazionale, a valere dall'anno scolastico 2012-2013 i libri di testo adottati devono essere redatti in forma mista (parte cartacea e parte in forma digitale) ovvero debbono essere interamente scaricabili da internet. La delibera conferma anche l'obbligo di risarcimento agli studenti che non restituiscono, anche parzialmente, i libri loro assegnati in comodato d'uso.

25 commenti

e se te casca na tegola 'n testa?
Ma valà!

Questa cosa (http://goo.gl/oXyu2) non vi dice nulla?

Ma siamo ancora al MedioEvo da questi commenti?
Forse non sanno che TUTTI gli studenti utilizzano Facebook? e molto altro?
Ma i genitori dove sono rimasti? Nel loro lavoro non è indispensabile un computer?
Svegliamoci alla grande
quando a udienza arriva un genitore a dirmi che il figlio usa con difficoltà il PC, chiedo: è proprio sicuro? perché so che è in Facebook anche lui!

@rassegnazione e disperazione
Tanto per essere chiari un Kindle costa 99 euro (http://youtu.be/tjwc_6_YqRk). Funziona con l'inchiostro elettronico, cioè vedi lo schermo solo se c'è luce perché non è retroilluminato come gli schermi dei computer per cui non affatica la vista più di quanto lo faccia un libro di carta. La batteria dura un'eternità e in un paio d'ore si ricarica.
PS: Non ho provvigioni da parte di Amazon ;-)

Mattia, non si parla solo di "risparmio". A parte che un tablet non è vero che costi molto. In certi negozzi te lo regalano con una spesa di 200 euro mentre se ti accontenti lo puoi portare via a meno di 70 euro!
Inoltre vi ricordate qunto pesavano i libri? In certe giornate portavo anche più di 10 kg di libri! Un tablet con custosia pesa meno di 1 kg. Quanto a stancare la vista dubito fortemente.

ma la provincia ci dara le connessioni gratis per avere internet in casa?? noi qui nelle valli in certi punti le connessioni arrivano a singhiozzo e poi telecom. fastweb ecc pesano sui redditi delle famiglie!! i libri si possono comperare anche di quarta mano nei mercatini non tutti possiedono i telefonini di ultima generazione..almeno qua da noi . e la salute???i dottori non fanno altro che dire "POCHE ORE DAVANTI AL COMPUTER"!!!!!!

che cavolata,non si fa nemmeno all'università una cosa simile e lì avrebbe pure più senso visto il costo assurdo di certi libri. Poi ci sono molte controindicazioni all'utilizzo degli ebook, per esempio il tablet costa parecchio, stanca la vista alla lunga come ogni supporto elettronico e poi ci sarà ben un risparmio di carta ma dall'altra parte c'è un consumo di elettricità e non so cosa sia meglio.

e se salta la luce ...ci sara una nuova scusa per non aver fatto i compiti

nel mio comune non esiste internetpoint ...abbiamo una biblioteca che serve 4 paesi ed i punti internet si devono prenotare...sono sempre occupati.....obbliga le famiglie a prendere anche stampante con tutto il corredo..gia un bel costo. in inghilterra i libri te li da la scuola e devono restare nel banco ..solo quelli per i compiti si possono portare a casa ..castigo se lo dimentichi....non tutti hanno dimestichezza con le nuove tecnologie e non tutti se li possono permettere.

@Alex
A me pare che la buona iniziativa sia solo per gli editori di libri cartacei che non vedono intaccato il loro monopolio a spese degli utenti o dell'Ente pubblico. Scaricare un libro digitale per stamparlo è un conto, scaricarlo per metterlo su un ereader è un'altra faccenda. Tutti sanno che leggere su un PC è scomodo e faticoso e sulla carta è comunque molto costoso.

Ma internet si può anche mangiare??
Ciò che non sono riusciti a fare i regimi totalitari cercando invano di plasmare l'uomo a loro piacimento attraverso il terrore e la propaganda, lo stanno facendo benissimo le cosidette "democrazie" solo con l'aiuto delle nuove tecnologie. Ci anestetizzano, ci addormentano e noi non ce ne accorgiamo neanche, ma in "cambio" abbiamo internet, "faccialibro", Iphone, Ipad. Speriamo che un giorno diventino commestibili...

bella idea...aspettiamo con trepidazione il momento in cui sarà digitalizzata anche la voglia di studiare

@fate due conti
perchè se ho il libro sul pc/tablet dovrei stamparlo??
lo leggo direttamente da li!
posso metterci il segnalibro, sottolineare, evidenziare......come un normale libro cartaceo!

il problema saranno le pressioni degli editori..sai quanti posti saltano se dovesse "sparire" la carta?!

E Ruug lo sa che in ogni Comune c'è un punto internet? Dai, bisogna anche essere ragionevoli e onesti. Non bisogna sempre e comunque cercare la pagliuzza, per stroncare sul nascere una buona iniziativa; non per lo meno prima di averla sperimenta! Si vuol fare come per le CdV, eliminarle sul nascere, senza sapere se possono funzionare.

@pragma
Ovviamente tutte le famiglie hanno 700 euro per comprare al figlio l'ipad......già, navigano tutti nell'oro...

Un'ottima iniziativa che eliminerà dagli zaini dei bambini pesi inutili,ridurrà il consumo della carta, obbligherà anche i genitori più pigri ad avvicinarsi ad internet.

A tutti coloro che pensano di risparmiare con il libro digitale, suggerisco di fare due conti: non avrete la spesa iniziale del libro, ma spenderete una quantità enorme di denaro per stampare man mano parti dei libri digitali, risme di carta, toner, costo internet, corrente elettrica ecc. E spesso questi fogli volanti verranno stampati più volte gli stessi fogli. Una cartuccia toner costa più di un libro stampato. Meditate....

@attilio
forse prima di commentare potevi leggerlo l'articolo!!
"dal 2012-13 i testi dovranno essere redatti in forma MISTA"

chi non può permettersi internet si collega alla rete libera LUNA...o va in biblioteca...oppure chiede di scaricarlo ad un amico!!nessun ostacolo..

Lo sanno la signora Dalmaso e i suoi collaboratori che: La banda larga non raggiunge tutte le zone del Trentino e che comunque la centrale di Trento centro è satura? Lo sa che la connessione a Internet costa ancora l’iradiddio? Lo sa che il formato .pdf con cui vengono messi a disposizione i libri su Internet è poco o per nulla compatibile con i principali ereader?

Attilio: nel caso uno non abbia internet a casa potrà sicuramente utilizzare quello a scuola. Penso comunque che la famiglia farebbe bene a fare qualche sacrificio e dotarsi di una connessione internet, senza la quale al giorno d'oggi è difficile tirare avanti (soprattutto per i giovani).

La Provincia di Trento che investe senza risultati visibili e fruibili per la popolazione cifre spropositate nelle Tecnologie dell’informazione potrebbe fare un salto di qualità deciso regalando a tutti gli studenti un ereader (che ormai costa come due libri di testo) riservandosi di acquistare o noleggiare solo i libri leggibili su questi dispositivi. E allora davvero addio carta!

Caro Attilio internet c'è anche sul Cellulare, in biblioteca, in piazza.....le tue sono considerazioni fuori tempo. Piuttosto la provincia potrebbe far accordi per acquistare tablet a basso costo, ci sono anche i raspberry pi a 35 euro ora da usare come desktop non ci sono piu scuse.....

Chi oggi non ha internet, si esclude da solo, non serve l'assessore.

Credo che l'articolista abbia preso una cantonata. I libri "parte cartacea e parte digitale" non vuol dire che ce n'è una versione interamente digitale, ma che alcune parti devono essere digitali e su CD-ROM, altro che Internet!
E' la solita mezza riforma del "vorrei ma non posso" perché le lobby degli editori si sono opposte e chi commercia gli zainetti pure s'è visto minacciato.
Pensare che basterebbe un notes, un astuccio e un iPad per andare a scuola e studiare a casa...

Cara Dalmaso ritengo la tua idea una panzana!!!E' totalmente incostituzionale,lo puoi far adottare nelle scuole private,penso che in quelle pubbliche sia impraticabile!!!Chi non ha o non può permettersi internet che fa???Lo escludi????Incredible.............

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

Sicomoro :

In Trentino basta (e avanza) un e dico un governatore, non rieleggibile, possibilmente, mochéla...

24-10-2014 22:52
El Zinzega :

Sono stati assolti per il reato di evasione fiscale, perchè la c.d. "esterovestizione" (cioè...

24-10-2014 22:34
tulliosan :

Tra le tante eredità negative dell'ex principe Lorenzo ci sono le Comunità di Valle. La fusione...

24-10-2014 22:32
Tirolensis :

Mitomane pericoloso.

24-10-2014 22:31
Onorio Ravasio da Milano alla Comasina :

Che bel putanum !

24-10-2014 22:10