Cani e malattie contagiose?  «Qui è tutto sotto controllo»

ARCO - Leishmaniosi canina. Se ne torna a parlare in zona dopo la lettera della mamma di una bimba che ne è stata contagiata. Ma cos'è? È una malattia sostenuta da un agente parassitario, il Leishmania Infantum: i cani sono i serbatoi dell'infezione. La trasmissione dall'animale all'uomo avviene raramente e solo attraverso la puntura del Phlebotomus papatasi (pappatacio), un insetto simile alla zanzara ma di dimensioni molto ridotte.
La Leishmaniosi non è quindi trasmissibile da uomo a uomo ma da un animale malato ad un ospite sano tramite il sangue infetto, tramite la puntura dell'insetto. Inutile quindi creare allarmismo tra i possessori dei fidi quattrozampe o gettare benzina sul fuoco laddove vi siano casi accertati: a prevalere deve essere il buon senso. Non si nasconde tuttavia il fatto che il problema sia in espansione e che dei focolai di Leishmaniosi canina siano stati registrati in tutto l'arco prealpino. Anche in Trentino dove, a differenza di altre regioni, la trasmissione della malattia all'uomo resta un evento rarissimo.
Gli episodi accertati dal 2001 ad oggi (incluso l'ultimo caso diagnosticato qualche settimana fa sulla bambina di Arco) sono stati sei, ossia uno ogni due anni circa. E non è detto che i contagi siano avvenuti da animali infetti presenti in provincia o provenienti da fuori. «Nonostante tutto l'attenzione sulla Leishmaniosi è e rimane alta - dice il sindaco di Arco Paolo Mattei - e l'Azienda sanitaria provinciale effettua continui monitoraggi igienici ed accertamenti specifici. Abbiamo inoltre chiesto agli organi sanitari competenti ed ai servizi veterinari che i controlli preventivi vengano intensificati. I casi infetti registrati nella nostra zona sono limitati e non tali da metterci in allarme. Tuttavia, quello che si può fare lo stiamo facendo. Già lo scorso ottobre - continua Mattei - ossia molto prima che il caso della bambina di Arco venisse alla luce, ci eravamo attivati per promuovere una conferenza pubblica sul tema della Leishmaniosi.
L'incontro si è poi tenuto in gennaio ed è stato molto partecipato. Il tema è stato quindi ampiamente dibattuto e portato a conoscenza della popolazione». E questo risponde ai dubbi avanzati, in una lettera aperta, dalla madre della piccola di Arco in merito alle azioni concrete intraprese dalle amministrazioni per debellare o quantomeno contenere la malattia. «Da quanto leggo dalle fonti a mia disposizione - scrive peraltro la signora - apprendo che, se da un lato l'animale colpito dalla malattia può essere mantenuto in vita grazie ad una cura specifica, dall'altra la malattia non può essere eliminata. In tal modo l'animale malato continua a vivere sì, ma si trasforma in un serbatoio a rischio di contaminazione della malattia all'uomo e agli altri animali.
La Leishmaniosi esiste e non si può sottovalutare: mi appello al buon senso di tutti per risolverlo al più presto». La signora chiede poi se la Leishmaniosi sia trasmissibile solo dal cane oppure anche da cavalli, maiali, polli, galline, volpi, capre. «L'unico serbatoio della malattia è il cane - risponde Roberto Zampiccoli, noto veterinario di Arco - e gli altri animali possono essere solo ospiti occasionali.
Disinfestazione dell'ambiente? Impensabile, perché a differenza della zanzara che depone le uova in luoghi umidi, il pappatacio predilige gli anfratti e il terreno». Infine una buona notizia per tutti i possessori di cani: dai primi di aprile sarà disponibile in Italia, ed anche in Trentino, un vaccino che limiterà in modo drastico il contagio della Leishmaniosi.

Perchè non parliamo delle malattie veneree, dell'epatite ect. che si trasmettono tra umani??
Sempre i soliti articoli cretini contro gli animali, brava Paola.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

edoo :

anche i sassi sanno che un eletto del M5S non gode di autonomia ma e' un "portavoce" di quello...

28-07-2014 16:12
andrea1 :

a parte che basarsi su un unico sito mi pare quanto meno sbagliato, oltre tutto booking viene...

28-07-2014 16:07
ilnomedellasposa :

Doveva stare piu' attenta, visto che era stata messa li per trattare i soldi di tutti noi che...

28-07-2014 16:05
lorenz :

ma dai, ma come si fa a credere sinceramente che possa essere incolpata di qualcosa? siamo in...

28-07-2014 15:57
Serietà :

11. Difendere il diritto allo studio per chi viene a scuola per lavorare con motivazioni. 12....

28-07-2014 15:53