Cameron e Blair  contro la Chiesa

Cattolico sì, ma progressista. Al punto da rischiare l'ira di Benedetto XVI. L'ex premier britannico Tony Blair ha detto di appoggiare con forza la legalizzazione dei matrimoni tra omosessuali nelle chiese del Regno, voluta dal suo successore conservatore David Cameron. Secondo quanto rivela oggi l'Independent on Sunday, l'ex primo ministro - convertitosi nel 2007 sei mesi dopo aver lasciato Downing Street - avrebbe confessato agli amici di essere d'accordo con Cameron sulla necessità di mettere sullo stesso piano etero e gay per quanto riguarda il matrimonio. Nella sua carriera a Downing Street, Blair aveva già introdotto le unioni civili tra omosessuali e abbassato a 16 anni l'età del consenso per rapporti sessuali tra gay. Ma la sua ultima uscita sui matrimoni in chiesa rischia di essere vista come un'aperta sfida al Pontefice, che venerdì ha esortato i fedeli a bloccare le "potenti correnti politiche e culturali che cercano di modificare la definizione legale di matrimonio".

 

Proprio oggi, in 2.500 chiese cattoliche del Regno è stata letta una lettera dell'arcivescovo Vincent Nichols, leader della chiesa cattolica di Inghilterra e Galles e dell'arcivescovo di Southwak Peter Smith, in cui questi affermano che con la nuova legge il matrimonio si troverebbe svuotato di parte del suo valore e incoraggiano i fedeli a fare quanto possono per difendere quest'istituzione. E nonostante diversi parroci e decani si siano pronunciati a favore dei matrimoni tra omosessuali, anche i vertici anglicani, a cominciare dal suo primate, l'arcivescovo di Canterbury Rowan Williams, restano contrari. Ieri Williams ha incontrato il Papa al Vaticano per celebrare il millenario della fondazione del sacro eremo di Camaldoli e commemorare la partenza di Gregorio Magno e altri 40 monaci benedettini da Roma, per portare il Vangelo tra gli Angli, nella attuale Gran Bretagna. Non è chiaro tuttavia se i due leader cristiani abbiano parlato anche della questione dei matrimoni gay nel Regno Unito. Su questo tema la prossima settimana il governo di Londra aprirà una consultazione pubblica.

 

Cameron come anche alcuni dei suoi ministri più conservatori sono a favore della legge, ma ciò non vuol dire che la strada per il premier sia già spianata. Un sondaggio pubblicato oggi rivela infatti che la metà dei suoi elettori conservatori sono contro al cambiamento con il 35% invece a favore. Ma se si prende in considerazione tutto l'elettorato, la percentuale di quelli che appoggiano i matrimoni tra gay sale al 45% con il 36% invece che vi si oppone. Il sottosegretario al Gabinetto Francis Maude, un conservatore progressista, ha messo in guardia il suo partito dicendo che i Tory diventerebbero ineleggibili se restassero "attaccati ad attitudini sociali retrograde" come l'opposizione ai matrimoni tra omosessuali. Mentre Lynne Featherstone, il sottosegretario responsabile della consultazione pubblica, ha dichiarato che il matrimonio è una questione "delle persone" e non della chiesa.

25 commenti

cameron?...blair?...e chi li conosce?
Conosco invece, e lo dico a testa alta senza timore di alcuna lobby laicista,la grandezza incommensurabile di Benedetto XVI!!!...quanto ai gay e ai loro ""matrimoni""... stendiamo un velo pietoso!!!!!!!!

se quello che definisce un matrimonio él`amore che lega delle persone allora non é giusto limitarlo a due persone perché io posso benissimo amare in egua misura due uonini, o un uomo e una donna... Posso rivendicare un matrimonio che decido io in base alle mie esigenze e voglie!

@Lupo de Lupis

veramente esistevano già per le coppie di fatto (anche omo) i diritti. Nulla di più, nulla di meno rispetto al matrimonio.

Gentilissima suor Carla, se per storpiare la natura intende l'omosessualita sappia che in natura l'omosessualita esiste (anche per gli animali ad esempio). L'astinenza dal sesso volontaria invece esiste solo tra gli esseri umani. Chi è che storpia la natura? senza offesa.

@ Trap
Procreare? Esistono però anche persone che il destino ha voluto non possano procreare. Devono rimanere sole tutta la vita perché il fine principale del matrimonio é procreare e quindi formare una famiglia ?

@ Trap
Entrando nello specifico della notizia,
molti omosessuali la pensano come te:"il matrimonio tra gay scimmiotta quello
etero".Questo può essere vero e può capitare, ma chi sono io da non permettere ad altri di legarsi in una
unione e vederla regolarizzata con tanto di diritti e doveri se é questo che vogliono? Fanno del male a qualcuno ?

@ Trap
Nessuno nega che la famiglia sia il caposaldo della società.Il concetto di
famiglia però é radicalmente cambiato. Unioni tra persone dello stesso sesso non necessariamente omosessuali,unioni tra divorziati, separati,conviventi del genitore superstite sono le prime tipologie di nuove famiglie.Vogliamo prenderne atto e regolarizzare queste
unioni?

Toni Blair, non era forse quello che volendo abbaiare assieme agli Stati Uniti, ha dichiarato la guerra preventiva all'Iraq,uccidendo anche decine di migliaia di civili inermi e innocenti,e inquinando il territorio con l'uranio impoverito condannando quindi ulteriormente questa gente a una probabile futura morte, o a immani problemi di procreazione???? Forse farsi cristiano servirà come passaporto per il paradiso??

...Fa ancora più dispiacere però vedere come chi annuncia con clamore ciò che disse Gesù dell'amore verso il prossimo (chiunque sia), uguaglianza e fratellanza dinnanzi a Dio, ecc., poi abbia la mente e la ragione offuscata da chissà quali idee pseudo-conservatrici.
Per chi dice poi che l'omosessualità sia contro natura, vorrei sapere allora realmente cosa e in che modo si possa definire veramente "Naturale"...
SU tutto comunque continuo a sperare.

Pur essendo cristiano, convinto in quella che è la mia fede per la realtà divina, purtroppo non posso condividere ciò che la Chiesa pronuncia su tale argomento... e come me credo ci siano molti altri, e anche chi magari si trova un contrasto interiore tra ciò che è e ciò in cui a fede. (continua)

hey svegliatevi !!
ma secondo voi se venissero legalizzate anche in Italia le unioni fra persone dello stesso sesso non ci sarebbero più i "classici" matrimoni fra persone etero ??
vivi e lascia vivere !!

Leggo molti commenti "tristi". La gente non si immagina neanche lontanamente i rischi di un definitivo sfaldamento della società (ricordate che la famiglia è il caposaldo della società!), questi vogliono insegnare che è giusto che due uomini o due donne giochino a fare gli sposi? (giochino è la parola giusta perché loro da soli non possono... procreare)

Perchè? E' geloso?

a coloro che difendono i "diritti civili" (pfui) domanderei se non è abberrante leggere favore di "Re e Re" e vedere nei documenti "Genitore 1" e "Genitore 2".

In Inghilterra si assiste al "travaso" di preti anglicani verso la Chiesa di Roma.
I sopraccitati sacerdoti traslocano con moglie ed eventuali figli a carico,cosa che sta preoccupando la Chiesa romana per il maggior onere di sostentamento,con un probabile "default". Ora vorrei chiedere a Suor Carla un Suo pare ciarca tale "travaso".

@Suor Carla
Chi é a favore di qualsiasi unione di fatto anche quelle gay non pretende che le si chiami matrimonio. Chiamole pure unioni, patti civili. Non si pretenda quindi da parte vostra che o si contrae matrimonio come volete voi o lo Stato italiano non deve regolarizzare le unioni di fatto.
Per quel che riguarda lo storpiare la natura, rifletta sulla condizione in cui la Chiesa vi obbliga a vivere.

dai suoretta per favore (se lo sei poi)
parliamo di diritti civili. l'esistenza dell'istituzione di qualcosa che possiamo chiamare matrimonio tra persone dello stesso sesso non intacca il matrimonio cattolico. come oggi chi si sposa in comune non segue per forza il sacramento cattolico del matrimonio.ci vuole tanto?

Blair chi?. Quello che non paga il biglietto del bus?
Ma tutti questi ex politici non potrebbero essere "internati"?
È chiaro che tutti parlano per interessi privati. Del soggetto del contendere non interessa a nessuno!

perché da noi il vaticano non consente le nozze fra preti e suore?
son forse tutti gay questi?

"attitudini sociali retrograde" difendere il matrimonio?......
...e sarebbe progresso storpiare la natura?....
Ma......e' gente che ragiona
questa?

L'unico commento alla notizia é che al contrario della nostra,la destra inglese dimostra di avere un concetto più sano dell'essere liberale.

Non so se in UK le unioni di fatto siano regolamentate da legge escludendo le unioni tra gay,sappiamo tutti però che in Italia qualsiasi unione di fatto non é presa in considerazione dallegislatore per opposizione della Chiesa della quale molti nostri parlamentari sono referenti.
Sorprendentemente si constata che l'Italia di Cavour era più laica.

Bene cosi. Vorrei che anche qui almeno Dellai prendesse la stessa posizione.

Solo 5 parole:
Fuori la chiesa dallo Stato.

L'ira di Benedetto XVI? Ma che termini ad effetto usate negli articoli?

se ci teneva tanto a questi "progressismi" poteva rimanere anglicano

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

Hermann :

Un'attenta gestione del settore calcio per i ritiri di preparazio e dei team giovanili tedeschi...

24-07-2014 16:16
AMICO :

se potessi togliere il passaporto ai nostri politici trentini con i loro sostanziosi vitalizi...

24-07-2014 16:16
Inascoltato :

io propongo per la prossima delibera di cambio toponomastica di intitolare così alcune Vie/...

24-07-2014 16:02
manzetto :

Te g'hai resom, no sto propri bem perchè te m'hai fat vegnir el cori cori.

24-07-2014 16:02
Francesco - Riva del Garda :

"... unica soluzione all’invivibilità della vita nelle celle senza però far lavorare i detenuti...

24-07-2014 15:56