Albiano, si celebra la «Messa Rock»

Ci sono cose che scompaiono nel tempo. E cose che, invece, ogni tanto tornano a vivere. Ad esempio la «messa beat», con le chitarre elettriche e le tastiere in chiesa, con i ragazzi pronti a cantare, magari con i capelli un po' più lunghi di quanto fosse lecito all'epoca degli anni Sessanta. Sono passati tanti anni e oggi la parola «beat» è stata sostituita da «rock». Sarà infatti una «Messa Rock», la prima che si svolge nella Diocesi di Trento, quella che sarà celebrata sabato sera alle 22,30 nella chiesa di Albiano.


Un'idea voluta dal parroco don  Stefano Zeni, 39 anni, da due in Val di Cembra e maturata la scorsa estate parlando con i ragazzi ma anche qualche adulto del paese perché si sa che il rock attraversa le generazioni: «Dopo delle belle discussioni l'idea si è concretizzata - dice don Stefano - con il gruppo degli  High Voltage , band nata nell'aprile del '94 ad Albiano che sabato suoneranno nel corso della celebrazione e che hanno coinvolto 28 cantanti dei gruppi cembrani e pinetani di heavy metal». Sì perché la «messa rock» avrà un'impronta metal, esattamente white metal che è un sottogenere dell'heavy metal che si fonda o contiene espliciti richiami a testi, tematiche e professioni di fede cristiane.
La «Messa Rock», dicono gli High Voltage, è una messa a tutti gli effetti: «Noi vorremmo con la musica attirare i giovani in chiesa - dicono - poi don Stefano parlerà loro e vedremo come è andata». I padri del  christian metal  sono considerati i californiani Stryper (benché vi fossero già state avanguardie come gli svedesi Jerusalem), che, con i loro album, riscossero un successo mondiale, diffondendo il genere a livello mediatico. E i testi delle canzoni traggono spunto dalla Bibbia. «E noi - aggiunge il parroco - abbiamo tradotto i testi e sabato li canteremo nel corso della celebrazione. La musica appartiene a tutti - continua don Stefano - e ognuno ha i propri gusti e anche il rock può trasmettere messaggi positivi per tutti: siano giovani che adulti».


La «Messa Rock» di Albiano risponde ad un incoraggiamento dato dalla Conferenza Episcopale Italiana, che nel 1999 scriveva: «Occorre assumere appropriate categorie interpretative, che aiutino a conoscere e a comprendere le domande di sempre dei giovani, ma anche le loro nuove culture, i linguaggi sempre più variegati e gli strumenti con cui si esprimono, con forme e modalità spesso di non facile interpretazione per il mondo degli adulti. Evitando atteggiamenti di rifiuto, dobbiamo giungere a discernere il "vero" che queste culture presentano sotto le vesti del "nuovo"».
Sono passati 46 anni da quando all'oratorio San Filippo Neri di Roma fu eseguita «la messa dei giovani» scritta da  Marcello Giombini . Fu una scossa all'interno della Chiesa post-conciliare. Sabato ad Albiano la «Messa Rock» riprende quel filo di novità e di linguaggio nel segno di una Chiesa che sa cogliere i segni dei tempi.  L. Lo.

32 commenti

X CHI CRITICA: le critiche non servono a nulla se non sono costruttive.
io alla messa C'ERO....e vi dico che, chi non c'era non può criticare!!! e soprattutto non sa cosa si è perso

La gentile Francesca ha scritto 3 volte contro il " bigottismo".Il voler gridare più forte degli altri non significa avere ragione, e il "bigottismo" come limite vale anche per lei. Crede che fare una messa rock sia "trasgressivo",e che si debba lodare l'iniziativa per non passare per bigotti?Abbiamo visto ben di peggio nella Chiesa,per turbarci di un po' di casino per smuovere la polvere dell'abbandono. Volete i metallari come evangelizzatori? Bene: vedremo i frutti.

Bellissima iniziativa bravissimo parroco che sa comunicare anche con i giovani ce ne
fossero tanti come lui i cambiamenti fanno sempre discutere, ma in fondo nella casa del Signore si fa festa per i giovani chi e bigotto vada alle altre messe o resti ateo lasciate che i giovani vadano felici da lui il resto vien da solo

Certo che la religione che ha la più alta percentuale di conversioni non è la cristiana, con o senza rock, ma la mussulmana,che non usa questi sistemi da ex- figli dei fiori,bensì propone e impone regole rigide,disciplina,doveri e niente frivolezze. Ci sarà un motivo psicologico in questo, ragionate,preti,ragionate. I giovani veramente sono attirati da queste banalità? Non trovano musica di più e migliore altrove? Sicuri che è di questo che hanno bisogno? Che è questo che chiedono?

Rock è un modo di fare musica discutibile comunque però sempre espressione di una corrente di pensiero .Ma da questo ad associarlo alla Messa ce ne passa..Se per attrarre gente giovane siamo ridotti a questo livello , proprio non ci siamo!Direi che è un modo subdolo di corrompere.Sono contrario pur apprezzando i canti religiosi anche suonati con chitarra,ecc.

BASTA AI BIGOTTI
Ok che ognuno è libero di pensare quello che vuole, ma BASTA BIGOTTISMO!!

La Santa Messa non é uno spettacolo ma la rappresentazione incruenta del sacrificio di Cristo. se non si capisce, o non si sa questo(Bressan e parroco di Albiano lo sapete?)é chiaro che qualsiasi pagliacciata va bene.

Non capisco tutta questa avversione. Io per esempio sono Ateo, non entro mai in chiesa e non entrerò nè con rock nè con spogliarelli, ma ognuno faccia quel che vuole. Il bello della vita è che c'è la libertà di scelta.

la chiesa accoglie ... tutti, soprattutto quelli che hanno bisogno.
ed i nostri ragazzi ne hanno.
se vogliamo attirarli nel bene dobbiamo parlare la loro lingua.
ottima iniziativa.
ma finchè ci saranno persone bigotte che credono solo alla chiesa (e si nascondono dietro questa parola), invece di credere veramente nel vangelo(parola di gesù), queste iniziative non verranno accolte nel modo che meritano, e non ci saranno i risultati sperati.

col rock o col gregoriano le messe sono comunque una solfa

Prima o poi diventeremo o tutti eretici e atei oppure ci guidera' lo Spirito Santo e riformeremo la chiesa di sempre buttando fuori coloro i quali sono gia' ora atei e non vogliono convertirsi al cattolicesimo. Viva la chiesa di Pio XII.

Che tristezza... una Messa rock... abbiamo toccato il fondo!

Non ho parole! La Messa ridotta a puro spettacolo! Perché altro non è quanto contrabbandato in questa parrocchia. Ma questo parroco (sic!!) sa cosa che cosa è e cosa significa "Liturgia"? Ha letto qualcosa almeno del Vaticano II? Sa cosa vuol dire celebrare l'Eucaristia? Il suo vescovo DOV'E'? Se ci sei, successore degli apostoli, batti un colpo!

Bravi ragazzi di Albiano e bravo Don
Stefano! Ci sarò anch'io!

no,non sono daccordo con questa iniziativa!..e lo dico da trentenne che dopo aver assistito a "Messe" di questo tipo si è convinto che non è questa la strada x attirare i giovani alla Chiesa!. si punti piuttosto alla cura delle celebrazioni! i giovani sono molto più accorti di quel che si pensi,e se vogliono sentire il rock vanno alla festa al tendone e non in chiesa! quindi smettiamola di trasformare le chiese in teatrini!!

Perché dire ancora che la Chiesa non vuole mettersi al passo con i tempi? Lo sta facendo da anni - con i suoi tempi sì - ma bisogna dargliene atto. Piuttosto (sto attento perché mi censurano sempre quando parlo del Mondo Arabo...) pensiamo a tante altre professioni di fede a livello evolutivo ferme alla notte dei tempi...

w il gospel. se esistesse qui da noi andrei tutte le domeniche in chiesa

Stavolta abbiamo toccato il fondo.
Già il fatto di suonare la chitarra in Chiesa è una esagerata concessione; quando io ero giovane non suonavano null'altro eccetto l'organo; ora invece trasformiamo la Casa di Nostro Signore in una discoteca.
Capisco che i giovani vanno in Chiesa sempre meno, ma proprio abbassarsi a questo livello per racimolare fedeli mi sembra veramente troppo.....

E' una bellissima iniziativa, che avvicina quei pochissimi giovani che ancora non vanno a messa alle sacre funzioni. Piuttosto l'ora: alle 22,30 sembra più un te deum che una messa.

Qui a capelloni (e io c'ero al tempo) c entrano come il cavolo a merenda.
la messa è messa indipendentemente da come si canta o si suona.
Personalmente non amo le chitarre ma, se costretto,le sopporto.
Quello che però conta veramente è che la partecipazione di questi giovani sia per la messa e non per chi o come canta a messa.

che paura dei capelloni e del rock! penso che sia una iniziativa interessante, sono appassionato di musica,frequento poco le chiese ma solo perchè non posso sopportare il parlar bene ed il razzolar male della chiesa di Roma.
Non trovo nulla di male ad una iniziativa come questa,non trovo differenza tra un canto sacro tradizionale ed uno in chiave moderna se entrambi contengono il medesimo messaggio. Siamo proprio bigotti, anche nella religione ci fermiamo alla forma e non alla sostanza.

x 010

'en dé che se va de bel en gita e a magnar, che quasi quasi me converto anca mi?

trovo l'idea carina... e innovativa. Se posso credo che mi sposterò ad albiano per sentire... giudicare senza conoscere è da superficiali... provare ad aprire il dialogo con il mondo dei giovani è comunque un grande sforzo che merita rispetto. Costruisce gruppo, motivazione e confronto. Di fatto provate a vedere quanti di quelli che hanno fatto la cresima (spesso "obbligati" dai genitori tornano in chiesa dopo avre ricevuto i lsacramento...

conosco una suora, madre provinciale in india da 50 anni, che si scandalizza quelle poche volte che ritorna in italia per il bigottismo!!!!!! lei con le sue suore indiane cantano e pregano con gioia il signore nella maniera indiane un po rock!!!! dice sempre che qua la recita del rosario sembra un greggio di pecore bellantI. sono d'accordo con biagio ed ago ....parole sante!!!!!! BASTA CON IL BIGOTTISMO ...LA CHIESA FINALMENTE A SPASSO COI TEMPI!!!!!!!!

Un motivo in più - se mai ne servisse un altro - per stare lontano dalle chiese e dai preti

OCCORRE DESTITUIRE CON EFFETTO IMMEDIATO IL PARROCO DI ALBIANO E DESTITUIRE CONTESTUALMENTE L'ARCIVESCOVO DI TRENTO PER EVIDENTE INCAPACITA'. QUALORA PERO' SI RICREDESSERO E SI FERMASSERO DAVANTI A TALE ATTO DI EMPIETA' A NOSTRO SIGNORE CROCIFISSO ALLORA IL SIGNORE LI PREMIERA' ALTRIMENTI LI CASTIGHERA' PUBBLICAMENTE A RITMO DI ROCK.

no ghè pericolo de sgarutar veciòti, a quel'ora ia za cavà la dentiera e nadi n'tel let..
vai col Rock!

E allora visto che tu dici che non è una messa domenicale secondo te tutti questi bravi giovani amanti del sacro e della musica rock il giorno dopo andranno alla messa di precetto?
Contali e poi fammi sapere.

Grande Alf, non mancherò

Allora teniamo solo i fedeli ‘attempati’, e quando passeranno a miglior vita basterà chiudere le Chiese. Non serviranno se ORA non si cerca di far avvicinare i più giovani. Questa messa è solo la punta dell'iceberg di quello che Don Stefano sta facendo per i ‘nuovi’ fedeli (incontri, cene con i catechizandi, gite con più e meno giovani). Questa messa trova consenso dai 16enni ai 60enni ad Albiano, perché Albiano è un paese ‘Rock’.

Io penso invece che sia una grande idea, è un sabato sera, non una messa domenicale, non penso che gli attempati si debbano disdegnare per questa idea. Cantare al Signore è pregare due volte, in qualsiasi modo lo si faccia.

Speriamo che si fermino ad Albiano, e che non facciano scappare quei pochi attempati fedeli che frequentano le chiese.
Certo che da 1999 accorgersi oggi di quello che diceva la CEI.....
I nostri preti dovrebbero invece dare più dignità e curare il senso del "sacro" nelle celebrazioni, altro che chitarre!!!!
Vedremo fra un decina d'anni quanti di quei rokettari frequentano la chiesa.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

emi :

In questa situazione c è solo da capire chi è il coniglio tra le due parti in questione..

22-10-2014 23:38
Bertol Bruno :

Facciamolo tornare, a codizione che "ci porti su da Roma" tutti i soldi dei suoi ricchi bilanci...

22-10-2014 23:27
Dan TN :

RIDICOLI! Il coniglio va eliminato. Di certo non è una razza in estinzione ed ha tassi di...

22-10-2014 22:26
Thomas :

La politica dei piazeroti in cambio di voti é dura a mollare,ma ora con meno soldi neanche...

22-10-2014 22:23
poero#2 :

SCANDALO!!1!!11
BISOGNIA DENUNCIARE LA LAV PER IL GRAVE SPAVENTO KE ANNO KUSATO AI POVERI...

22-10-2014 21:58