Slot, vincite quadruplicate Denunciata coppia di cinesi

slot machine video poker«Ti piace vincere facile?». Due cinesi hanno deciso di prendere alla lettera lo spot pubblicitario applicando qualche trucco ad una delle migliaia di macchinette mangiasoldi sparpagliate per l'Italia. Purtroppo, per loro, la legge non contempla la soluzione che hanno adottato e così è scattata una denuncia a piede libero. Malgrado il banco vinca sempre, la coppia asiatica era riuscita a fare in modo che quando perdeva, la somma pagata fosse di ben quattro volte superiore a quella prevista. Con uno stratagemma i due erano riusciti a «taroccare» la slot machine «Hell or win» (inferno o vittoria). Grazie alla segnalazione del titolare di un pub del centro di Riva, la coppia di cinesi è stata stata pizzicata dagli agenti della Volante del Commissariato di Riva nel pomeriggio di domenica mentre stavano intascando il malloppo vinto illecitamente. A loro carico è scattata una denuncia per frode informatica.

Non è la prima volta che i due - imprenditrice lei, dipendente lui, entrambi residenti in Italia fra Mantova e Piacenza - vengono pescati dalle Forze dell'ordine, dato che sono già scattati diversi provvedimenti analoghi per lo stesso reato. Il sistema adottato dai due lascia intendere una notevole dimestichezza con le apparecchiature. Dopo un puntiglioso sopralluogo, la coppia è entrata nel locale cercando perfino di «accordarsi» con il titolare, promettendogli una parte delle eventuali somme vinte. Il gestore si è limitato a tener d'occhio i due prima di allertare la Polizia, dopo averli visti «armeggiare» con la macchinetta. Il meccanismo utilizzato per ingannare la slot machine è al vaglio degli inquirenti, ma è stato appurato che, al momento della vincita, uno spegneva l'apparecchiatura mentre l'altro copriva la visuale accompagnando la riaccensione con l'inserimento di un codice che permetteva di incassare una somma di 4 volte superiore a quella prevista.

Quando sono stati fermati dagli agenti, i due cinesi avevano in tasca 700 euro, per lo più in monetine. Il Commissariato di Polizia ha contattato il distributore delle slot «Hell or win» che ha già provveduto a ritirare le apparecchiature presenti nel basso Trentino, fra Rovereto, Riva e le Sarche. Sono in corso indagini per capire se la coppia faccia parte di qualche organizzazione o se agisca autonomamente. Certo, la disinvoltura con la quale era stata cercata la «complicità» del gestore sembra lasciar intendere che i due praticassero spesso questa appagante forma di «turismo del gioco d'azzardo». In tutta Italia sono in corso verifiche anche su altre apparecchiatura grazie alle quali lo Stato ha enormi margini di profitto. In rete, tuttavia, ci sono diversi siti che promettono di svelare «trucchi» per facilitare le vincite. Le macchine «Hell or win» vengono importate e distribuite in Italia da un'azienda pugliese, il cui titolare conferma a «l'Adige» che ce ne sono in circolazione un migliaio. La vincita massima che sono in grado di dispensare è di 100 euro. La coppia di cinesi si è dunque applicata con pazienza per farsi «pizzicare» con 700 euro.

cominciamo - così parlo zarathustra -
con il divieto delle monete da 1 euro.
si obblighi a giocare di soli dieci
centesimi. poi si vedrà intanti allungando i tempi si risparmia il danno sociale di 9/decimi di denaro

cominciamo - così parlo zarathustra -
con il divieto delle monete da 1 euro.
si obblighi a giocare di soli dieci
centesimi. poi si vedrà intanti allungando i tempi si risparmia il danno sociale di 9/decimi di denaro

smettiamola di giocare vedrete che le ritireranno tutte dal mercato capito altrimenti capitolate fino allinferno ciaooooooooooooooo

Ha ragione Maccaluso, ognuno ha i suoi vizi. A me piacciono le donne, vuoi che le proibiscano per legge?

Rox, ma che caz.. vuoi ? Io gioco come una bestia, chi può impedirmelo ? E' un mio maledetto diritto. Tu magari fumi lo spinello, ognuno ha i suoi vizi.

Il giorno in cui proibiranno queste macchine e il gioco d'azzardo tornerà illegale sarà sempre troppo tardi. mi fa impressione quando sono in un bar o in una rivendita di tabacchi e vedo gente che sperpera buglietti da 50 euro alla volta in modo così stupido. Poi non hanno soldi per arrivare a fine mese e magari i servizi sociali devono pure aiutarli! che muoiano di fame, visto che il denaro lo sperperano!

Ma se li hanno già beccati venti volte, perchè non li schiaffano al numero uno di via San Vittore a Milano ?Al loro Paese sarebbero già stati messi in un campo di rieducazione, colonia agricola per anni dieci. Perchè non si può fare anche da noi ?Lavori duro e produci prodotti di consumo per appianare la crisi italiana, senza ricevere nulla, per risarcire il danno.

Sia chiaro a tutti, le macchinette mangiasoldi possono rubare soldi alla clientela ma non viceversa. Sono tarate per dare solo una frazione di quanto incassato. quindi sono truccate, ma sono truccate per legge, quindi sono "oneste".Io tifo per i cinesi a dire la verità.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
I commenti sono limitati ad un massimo di 500 caratteri.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tag

franca :

invece di prendersela coi i gestori dei locali magari è meglio educare i propri figli. .. ma...

20-08-2014 12:22
Giannella :

Sopprimerli

20-08-2014 12:18
per mariano :

anche secondo me....hi hi hi

20-08-2014 12:06
maurob :

oggi quanti sono i nuovi arrivi?

20-08-2014 12:02
mariano :

In Africa si ammazzano 20 mila elefanti/anno. Andiamo a manifestare?? . VENTIMILA all'anno,55 al...

20-08-2014 12:00